Home » • Salerno

Salerno: FI, battaglia per ridurre tasse

Inserito da on 30 ottobre 2017 – 06:16No Comment

Ridurre le tasse a Salerno. Questa la sfida di Forza Italia. Presso la sede provinciale ne hanno parlato esperti e dirigenti di partito. Il ciclo di incontri, promossi dal coordinamento cittadino e dal Professore Aniello Salzano, si è soffermato sul tema tributi. Per l’ex Sindaco di Salerno “e’il momento di passare con decisione alla fase della proposta”. “Salerno ha le tasse più alte d’Italia, bisogna ridurle. Per le imprese e le famiglie” ha sottolineato Gaetano Amatruda, vice coordinatore provinciale di Forza Italia Salerno. “Con gli esperti del settore presentiamo, e rilanceremo ancora nelle prossime settimane, idee concrete per ridurre le aliquote. Ci sono idee e ci sono le coperture per intervenire” ha aggiunto. “Si passi dalla Tari alla Tarip” ha sottolineato Maria Rosaria Viviano, docente di diritto tributario presso l’Università della Campania. “Non e’ un gioco di parole ma il passaggio ad una tariffa puntuale, che tenga cioe conto dei quantitativi prodotti”. La professoressa Viviano, dopo aver consegnato una panoramica sulle tasse comunali e nazionali, ha consegnato alla platea di Forza Italia alcune proposte. Tema centrale la responsabilità e la partecipazione dei cittadini. “Bisogna introdurre misure premiali e premiare i comportamenti virtuosi”. Per la professionista necessario poi il passaggio dalla gestione Soget alla gestione in casa, al Comune per ridurre i costi. Lanciato poi il tema del baratto amministrativo “servizi dei cittadini per ridurre il peso delle aliquote” e il “tributo di scopo” per legare le attività alle realizzazioni concrete di opere pubbliche.  Sulla stessa lunghezza d’onda l’avvocato Donatella Martuscelli, esperta tributarista. “Il risparmio sulla Tari – ha ricordato – è possibile. attraverso una diversa considerazione dei rifiuti, che vanno considerati come risorsa per i cittadini, attraverso il riciclo e compostaggio domestico, attraverso di sistemi di premialità per il cittadino virtuoso”. Poi ancora ha sottolineato la necessità di immaginare “un criterio di partecipazione attiva del cittadino, con la prestazione di interesse collettivo. Riduzione o azzeramento del costo dei tributi per chi offre e garantisce prestazioni allo Stato”. Per Forza Italia, all’incontro i vertici provinciali e cittadini, fra questi Roberto Celano (da anni impegnato sul tema), è possibile risparmiare. Secondo i calcoli dei dirigenti azzurri è ragionevole immaginare “di restituire ai cittadini salernitani almeno otto milioni di euro. Possibile da una organizzazione più efficiente del sistema”.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.