Home » • Agro Nocerino Sarnese, Cava e Costiera

Ravello: XX anniversario iscrizione Costa d’Amalfi lista Unesco

Inserito da on 10 ottobre 2017 – 04:12No Comment

La celebrazione del ventesimo anniversario dell’iscrizione della Costiera Amalfitana nella Lista UNESCO del Patrimonio Mondiale dell’Umanità ha rappresentato l’occasione per un approfondimento delle tematiche di preservazione e valorizzazione del territorio e per il rilancio di impegni comuni. La Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino e la Comunità Montana Monti Lattari, con il supporto organizzativo della Conferenza dei Sindaci della Costa d’Amalfi e del Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali, hanno dato vita ad un significativo confronto Sabato 7 Ottobre nella Chiesa di Santa Maria della Pietà a Furore. Dopo il saluto del Sindaco Raffaele Ferraioli e del Presidente della Conferenza dei Sindaci Giovanni Di Martino, Sindaco di Praiano, sono intervenuti il Soprintendente Arch. Francesca Casule, il Presidente della Comunità Montana Luigi Mansi, Sindaco di Scala e il Presidente del Centro di Ravello Alfonso Andria. I protagonisti dell’epoca, che vollero fortemente intraprendere il percorso che avrebbe poi portato al prestigioso riconoscimento, hanno dato una significativa e apprezzata testimonianza: nel ’97 Ruggero Martines era titolare della Soprintendenza e Raffaele Ferraioli era Presidente della Comunità Montana Penisola Amalfitana. Il panel è stato concluso da Mounir Bouchenaki, oggi special Advisor dell’Unesco, in quegli anni Direttore del Patrimonio presso l’UNESCO a Parigi. Di recente il Centro di Ravello è stato incaricato dalla Soprintendenza e dalla Comunità Montana di redigere il Piano di Gestione del Sito UNESCO Costa d’Amalfi; al Professor Ferruccio Ferrigni, Coordinatore delle attività del Centro stesso e Direttore Scientifico del Piano, è toccato il compito di illustrarlo davanti a numerosi convenuti e ai Sindaci ed Amministratori locali dei comuni della Penisola Amalfitana presenti con i rispettivi Gonfaloni. Il Presidente Emerito dell’ICOMOS Maurizio Di Stefano, Advisor body dell’Unesco, e l’Ambasciatore Francesco Caruso, Consigliere del Presidente della Regione Campania per i Rapporti Internazionali e UNESCO hanno tratto le conclusioni del pomeriggio di lavoro. Prossimamente avrà luogo una riunione ristretta di carattere tecnico finalizzata ad una più dettagliata illustrazione del Piano di Gestione ai Sindaci che daranno il proprio apporto al documento di base, aperto a emendamenti e suscettivo di arricchimenti.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.