Home » Arte & Cultura

Mercato San Severino: Preciousland e il suo videoclip sul castello

Inserito da on 2 ottobre 2017 – 05:38No Comment

Anna Maria Noia

Antonio Montagnani, in arte PreciousLand [sic!], è un 35enne di Salerno col pallino della musica elettronica – in particolare di genere house ed edm (electronic dance music). Ha frequentato, da ragazzo, il conservatorio “Martucci” di Salerno (tre anni di violino e cinque di chitarra); è un leader nel campo della discografia da circa dieci anni. Non un “semplice” dj – quindi – bensì un producer indipendente, con tanta gavetta alle spalle e numerosi, prestigiosi, interessanti brani (tratti da cd) all’attivo. Ancora adesso, hit di sua produzione sono ben collocate in svariate classifiche di livello mondiale. Sul web e non. Il Nostro lavora con etichette disco molto note nel mondo dello show.biz, ma non disdegna le sue origini: dopo aver girato il videoclip “Fool” in Cilento, ecco che pochi giorni fa compare – tra i canali streaming di You Tube – un ulteriore contributo video alle bellezze di questi luoghi suggestivi, con riprese tratte dal castello di Mercato S. Severino. Le immagini, registrate anche con l’ausilio di droni, lo vedono quale coautore assieme a Imma Fortino, regista e operatrice di Nocera Inferiore, e a Sara Radice – videomaker e fotografa. Un trio unito e compatto, da qualche tempo attivo nel Salernitano. Ma vi sono anche altri “responsabili”, nel disporre le immagini pubblicandole nei filmati: ha contribuito ai “lavori” la professionalità di Anna Barile – anch’ella molto giovane e intraprendente – per il backstage. La Barile segue, assieme al terzetto, le varie tournee di PreciousLand; tra l’altro Montagnani si è esibito – sin dal passato – in locali da “movida nella city” (Salerno) quali “Bogart”, “Non ho sonno” e altri. Non soltanto per dj set. Antonio ha assunto il nome d’arte (o pseudonimo) “PreciousLand” pressappoco dalla fine del 2015; dapprima era denominato più semplicemente “Precious”. In onore dei “Depeche mode”. Poi, il suffisso Land – riguardo le tematiche ecologiche e l’attenzione per la “sua” terra. Una biografia ricca, un curriculum di tutto rispetto – quelli di tale autore. La sua musica, il suo caratteristico sound variano dalla pura progressive house alla morbida deep. Con contaminazioni di altre forme e generi melodici. Già nel 1997, PreciousLand si è affacciato sulla scena nazionale ed internazionale dei disk jockey più innovativi della tradizione oppure tra i musicisti emergenti. Anche la “wall of fame” (l’albo d’oro) del 35enne assume vaste proporzioni: nel 2010 vince un contest per un remix del brano “Your love” (con la collaborazione del dj Marco Montefusco, “Studio 76”). In seguito, giugno 2014, pubblica il primo singolo: “What I like”; per i “tipi” dell’etichetta italiana “Italo rumble digital”. Ma le sue estrose “sperimentazioni” non finiscono, di certo, qui: dopo alcuni mesi, ecco l’originale “Neapolis” – su “Otb records” – hit che coniuga edm e folklore partenopeo. Anche il 2015 è una buona… “annata”, per l’intraprendente produttore discografico: si parte con brani come “Crunkdbass”, su Planet mix records – cui fanno seguito altri successi. Col consenso della rete e di un folto pubblico (uditorio) di appassionati supporter, fan e follower. Per il dee jay la composizione più bella è “Sonya” – anche per la qualità delle immagini nell’ambito delle riprese per il filmato. Riguardo al clip ambientato a S. Severino, che è denominato “Cyclope” ed è appunto ambientato tra le rovine della dimora dei principi Sanseverino, esso è stato filmato per due giorni; più di una settimana, invece, è stata impiegata per il montaggio. Migliaia le visualizzazioni tra i canali informatici, relative a un video che dura 4 minuti e 11 secondi. Nove gli attori: i due protagonisti – principe e principessa – più sette comparse. Tutti vestiti in stile Indian. Il principe è Gennaro Della Rocca di Fisciano; la partner è Giada Pannullo. Attorniano la coppia ballerine (danza su tacchi o “heel dance”) e danzatrici del ventre (da due scuole diverse, a S. Severino e a Battipaglia). In più vi è un guerriero. La storia riguarda una “prova d’amore” tra i due innamorati; il guerriero e le ballerine rappresentano metaforicamente gli ostacoli da superare. Ed ecco, per la cronaca, tutti gli altri nominativi: le comparse sono Olimpia Spataro di Mercato S. Severino e Maria Rosaria Falivene (danzatrici del ventre); Valeria Sasso di Salerno (percussionista al “Martucci”); Tony Granato – nel ruolo del guerriero; altri figuranti. Per un’allegoria – in chiave moderna – dell’esistenza umana e dei sentimenti. Colti, invero, da Sara Radice (in particolare) con attrezzature professionali e moderne; non – dunque – a livello amatoriale. Sara ha infatti effettuato studi specifici in grafica, fotografia e video-montaggio. Pur essendo anch’ella molto giovane. Ha dichiarato di “essersi molto divertita” – in questa nuova esperienza; tanto il “materiale” tratto dai sopralluoghi sul castello: ogni piccolo particolare – difatti – è stato curato e non lasciato al caso. Particolare attenzione è stata data ai colori, agli effetti sonori e grafici, alla tonalità nel video. Una bella sfida, complessa e ardua. Per un ragazzo, con le sue amiche e colleghe, legato anche alle tradizioni e all’ambiente. Che vanta anche collaborazioni di alto livello: per fare un esempio, l’ultimo brano prima di “Cyclope” – “Fool” (folle, pazzo) – si ispira a David Persson (voice nella hit). Cantante molto apprezzato, anche da PreciousLand.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.