Home » • Salerno

Salerno: PRC, campagna verità per Giulio Regeni

Inserito da on 25 settembre 2017 – 05:56No Comment

La Federazione provinciale di Salerno del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea lancia una campagna affinché sia fatta luce sull’assassinio di Giulio Regeni, partendo dalla rete dei sette consiglieri comunali presenti nel territorio provinciale ed auspicando che tanti comuni possano e vogliano aderire. Da mesi alcuni comuni hanno affisso uno striscione giallo con su scritto: “VERITÀ PER GIULIO REGENI”. Una iniziativa lanciata e proposta da Amnesty International e fatta propria dal coordinamento nazionale Enti Locali per la pace. È una iniziativa che ovviamente la consideriamo positiva, necessaria ma non sufficiente. Purtroppo per tutti noi la verità continua ad essere una chimera e malgrado le “informative” ricevute da diversi servizi segreti di paesi nostri alleati, malgrado l’evidente “non collaborazione” sia del governo egiziano sia delle loro istituzioni si continua, da parte egiziana, anche con la repressione pur di fermare qualsiasi atto o persona che cercano la verità e di individuare sia gli esecutori materiali sia i loro mandanti. Registriamo come il Governo Italiano, revocando una propria precedente decisione e approfittando delle ferie agostane, abbia reinviato l’Ambasciatore italiano in Egitto: a tal proposito, la sezione italiana di Amnesty International ha dichiarato: «Il ritorno dell’ambasciatore in Egitto è una “decisione grave“», che ha messo in condizione di rinunciare, di fatto, «all’unico strumento di pressione per ottenere verità nel caso di Giulio Regeni di cui l’Italia finora disponeva». Registriamo pure che è stato arrestato dalla polizia egiziana, l’avvocato Ibrahim Metwaly Hegazy, collaboratore dei legali della famiglia di Giulio Regeni, scomparso il 10 settembre scorso nell’aeroporto internazionale del Cairo mentre si accingeva a prendere l’aereo per Ginevra dove era atteso dal Gruppo di lavoro sulle sparizioni forzate dell’Onu, con l’accusa di la collaborazione con entità straniere per sovvertire l’ordine costituzionali in Egitto e la creazione di gruppi di persone per sovvertire il governo del presidente Abdel Fattah al Sisi (fonte: Repubblica.it), come se chi cercasse la verità sull’assassinio di Giulio Regeni “cospirasse” contro lo stato egiziano. Il Partito della Rifondazione Comunista, invita dunque i Consigli Comunali ad attivarsi, con l’obiettivo di impegnare i sindaci e le giunte a: invitare con estrema determinazione il governo italiano a richiamare immediatamente il proprio ambasciatore e di attuare da subito, in tutte le sedi internazionali, pressioni sull’Egitto per l’immediata scarcerazione dell’avvocato che rappresenta la famiglia Regeni; chiedere al Governo Italiano di attuare tutti gli opportuni passi diplomatici affinché lo stato egiziano sia costretto a collaborare fattivamente e concretamente, rilasciando e rendendo noto alla nostra autorità giudiziaria e alla famiglia Regeni, tutte le informazioni e le notizie in loro possesso compresa la “catena di comando” che ha fatto giungere agli esecutore l’ordine di rapire, torturare ed assassinare Giulio Regeni; dare mandato, qualora ciò non fosse già avvenuto, di pubblicare sul sito istituzionale del Comune il simbolo dell’impegno per avere verità sulla morte di Giulio Regeni, compreso il richiamo al simbolo della campagna di Amnesty International (e altre associazioni umanitarie); inviare questa delibera ai Presidenti della Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica; inviare questa delibera ai Presidenti di più quanti possibili Consigli Comunali d’Italia e a chiedere che venga messa all’Ordine del Giorno per poter essere votata.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.