Home » Sicurezza

Meteo: Italia divisa in due

Inserito da on 6 agosto 2017 – 00:00No Comment

Nadia Ruggiero

Le differenze climatiche tra Nord e Sud non sono mai state così eclatanti come negli ultimi giorni. Dopo la botta di caldo africano che ha interessato tutto lo Stivale, con temperatura record di 54° a Grazzanise (provincia di Caserta), al Meridione c’è stato un abbassamento irrisorio delle temperature, mentre al Nord si assiste ad un totale stravolgimento: lo scontro tra l’aria caldissima e un’aria più mite proveniente dalla Francia ha portato allo scatenarsi di violenti temporali e trombe d’aria. A Genova, nel Parco di Portofino, i fulmini scaturiti dai temporali hanno addirittura portato alle fiamme che hanno raggiunto le case antistanti: l’aiuto dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile non è bastato, è stato necessario infatti l’intervento dell’elicottero antincendio della regione. In Veneto la tragedia: a Cortina d’Ampezzo il mal tempo ha portato alla morte di una donna, Carla Catturani, investita da una frana causata dall’improvvisa bomba d’acqua. Dopo la dichiarazione di “Stato di Crisi” da parte del Governatore della Regione Veneto, Luca Zaia, i soccorsi da parte dei Vigili del Fuoco sono stati tempestivi, permettendo l’evacuazione della zona. Questo disastro ambientale ha colpito anche la Presidente di Legambiente Rossella Muroni, che da Rispescia (Gr) nel corso di Festambiente, (il festival nazionale dell’associazione ambientalista) ha dichiarato: “La bomba d’acqua che ha colpito Cortina, in Veneto, causando un morto, ci ricorda ancora una volta come il clima stia già cambiando. Piogge estreme e alluvioni, lunghi periodi di siccità come quello che sta colpendo la Penisola, elevate temperature e ondate di calore, sono ormai fenomeni meteorologici estremi sempre più frequenti che il Paese, e soprattutto le città, devono saper affrontare con interventi mirati, con politiche di adattamento ai cambiamenti climatici non più rinviabili e con attività di prevenzione. Azioni che permetterebbero anche di risparmiare migliaia di soldi spesi per riparare i danni causati dal maltempo”.

 

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o trackback dal tuo sito. È anche possibile Comments Feed via RSS.

Sii gentile. Keep it clean. Rimani in argomento. No spam.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo è un Gravatar-enabled weblog. Per ottenere il tuo globalmente riconosciute-avatar, registri prego a Gravatar.


6 + = nove