Home » >> Sanità

Vallo della Lucania: video ospedale, Uil Fpl Salerno chiede dimissioni del consigliere regionale Borrelli a ministro Lorenzin

Inserito da on 5 agosto 2017 – 01:10No Comment

La Uil Fpl provinciale continua a chiedere le dimissioni del consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli. Il sindacalista Biagio Tomasco, dopo la nota inviata al Governatore Vincenzo De Luca e al direttore dell’Asl Salerno, ora sta valutando di presentare una querela per diffamazione alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania nei confronti dell’esponente dei Verdi. Inoltre, questa mattina, è stata inviato un dossier al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, circa il video-denuncia falso diffuso dall’esponente politico attraverso il web. “Considerato che alla prima richiesta di dimissioni del Borrelli, inoltrata al Governatore della Regione Campania non si è avuto alcun seguito, chiediamo al ministro di voler intervenire immediatamente rimuovendo dall’incarico Francesco Emilio Borrelli, verificando inoltre se quanto messo in essere dalla presidenza della Regione Campania sia conforme ai principi di buona fede e trasparenza”, ha detto Tomasco, che così continua a stigmatizzare l’atteggiamento del politico. “Borrelli, incautamente, avventatamente, sprovvedutamente e intempestivamente ha fatto circolare un video, senza controllarne la veridicità, di un paziente ricoverato nel reparto di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania. L’uomo, secondo Borrelli, è stato maltrattato dal personale medico ed infermieristico di questo reparto, che sia stato ricoverato per 8 giorni e tenuto a digiuno in attesa di intervento, cosa poi esclusa dal Nucleo operativo di controllo dell’Asl Salerno che, recatosi immediatamente sul posto per verificare gli eventi, ha avuto modo di verificarne l’infondatezza e la no aderenza alla realtà. Vogliamo le sue dimissioni perché avrebbe dovuto verificare ed eventualmente disinnescare un accadimento che al contrario ha enfatizzato, nella sua infondatezza, e che tanto danno ha causato ad una struttura che tra enormi difficoltà sta continuando ad erogare prestazioni di qualità”.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.