Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Battipaglia: depurazione, Francese «Il processo si completerà entro Settembre»

Inserito da on 3 agosto 2017 – 03:05No Comment

Secondo la relazione tecnica richiesta agli uffici dalla sindaca Cecilia Francese nei giorni scorsi per verificare lo status quo dei lavori effettuati ad oggi al depuratore di Tavernola. Processo depurativo ante-adeguamento impianto: fino al 13 aprile 2017. In relazione al processo depurativo svolto fino alla data di inizio dei lavori di adeguamento non si è in possesso di parametri rilevati in contemporanea (tra ingresso e uscita) e pertanto non è possibile stimare il relativo rendimento. In ogni caso, seppure il trattamento depurativo risultasse ottimale, trattando il solo 25% delle portate effluente, sversando senza alcun trattamento il restante 75%, resta evidente che il risultato complessivo venisse fortemente inficiato dalla portata non trattata a cui corrispondeva un rendimento depurativo nullo.

Portata ingresso: 185 l/s
Portata trattata: 40 l/s
Tipo processo: biologico a fanghi attivi

Processo depurativo a tutto il 27.07.2017, i parametri in uscita, a meno dei coliformi, i quali necessitano di un processo ossidativo propedeutico alla disinfezione, risultano prossimi ai limiti di normativa. Tale trattamento, come previsto dalla autorizzazione in deroga, emessa appositamente per consentire la esecuzione dei lavori di adeguamento del depuratore di Tavernola, doveva durare fino alla ultimazione degli stessi, previsti entro il 13 settembre 2017.

Portata ingresso: 185 l/s
Portata trattata: 185 l/s
Tipo processo: fisico semplificato (grigliatura grossolana, grigliatura fine, disoleatura) con disinfezione a mezzo ipoclorito di sodio

 

Parametro tabella

ingresso

uscita

rendimento

Solidi sospesi

100 mg/l

80 mg/l

20%

BOD

85 mg/l

45 mg/l

45%

COD

260 mg/l

145 mg/l

45%

coliformi

3.600.000 ufc/100 ml

2.500.000 ufc/100 ml

30%

Al fine di migliorare ulteriormente il processo depurativo, prevedendo un abbattimento anche dei coliformi durante il periodo di completamento dei lavori, in data venerdì 28.07.2017, è stato dato avvio al trattamento depurativo, limitatamente ad un terzo delle portate effluenti (ca. 60 l/s), mediante processo ossidativo a fanghi adesi su supporti plastici (MBBR) e conseguente sedimentazione dei fanghi in vasca circolare esistente con successivo trattamento di disinfezione nella vasca di clorazione così come adeguata con i lavori in appalto. Con tale ulteriore accorgimento legato alla esecuzione dei lavori, si prevede pertanto un ulteriore miglioramento delle acque di scarico al fiume Tusciano. L’ultimazione dei lavori è prevista per il 13 di settembre, allorquando verranno depurate tutte le portate effluenti in impianto con tecnologia MBBR e sedimentazione dei fanghi con processo a letti mobili (MEDIA-Clarifier). La sindaca Cecilia Francese: «Avevamo il timore che iniziando i lavori al depuratore il processo depurativo seppur limitato, peggiorasse e che non potevamo garantire agli esercenti una situazione quanto meno similare agli anni precedenti. E’ di certo importante appurare che tale procedimento non ha peggiorato la situazione, ma che anzi, l’ha nettamente migliorata. Allo stato attuale depuriamo il 100 per cento dei reflui che confluiscono al depuratore di Tavernola, il 40 per cento dei reflui in maniera ottimizzata. Una vasca è completamente al lavoro, nelle prossime settimane partirà anche la seconda, per un processo che vedrà una completa depurazione ottimizzata e biologica entro settembre».

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.