Home » • Cilento e Vallo di Diano

Auletta: Diversamente Speleo alle Grotte di Pertosa

Inserito da on 22 maggio 2017 – 02:30No Comment

La manifestazione denominata “Diversamente Speleo” nasce come una STORIA DI AMICIZIA, grazie all’incontro tra uno speleologo e due fratelli gemelli, disabili, incuriositi e attratti dalla sua passione per la speleologia. Così nel 2011, ebbe inizio questo evento di solidarietà che si ripete ogni anno  con numerose adesioni. Quest’anno, per la prima volta, si è svolta nell’Italia Meridionale ed in Campania, a Pertosa il 21 maggio u.s. alle GROTTE DI PERTOSA- AULETTA. Nonostante la pioggia copiosa e incessante, che si è abbattuta sui luoghi dell’evento per l’intera mattinata questa prima edizione ha visto la partecipazione di circa 200 persone tra disabili, accompagnatori e volontari. I partecipanti, divisi in squadre, si sono alternati tra la visita al sito ipogeo e al vicino MUSEO DEL SUOLO. Le carrozzine, in particolare, sono state trasportate e in alcuni punti sollevate di peso dai volontari, specificamente, assegnati a ciascun disabile con l’ausilio dei numerosi altri a disposizione che si sono prodigati nel corso dell’intera giornata in una gara di solidarietà nei confronti dei meno fortunati.  Entrambe le escursioni hanno incontrato la piena soddisfazione dei partecipanti disabili.  La giornata si è conclusa con un gustoso pranzo offerto da “IL FUSILLO Antiche tradizioni “ di Felitto; DE.AL Conserve di Montoro; l’OLEARIA AULETTESE; il Caseificio Roberta e il Panificio Calabrese di Bracigliano, alcuni dei sponsor della manifestazione, cucinato dai volontari del G.O.P.I. di Caggiano e in particolare da Andrea. L’evento, fortemente, voluto ed organizzato dal GRUPPO SPELEOLOGICO del C.A.I. di Salerno con il patrocinio della sezione di Salerno del Club Alpino Italiano, della FEDERAZIONE SPELEOLOGICA CAMPANA; del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico; del Parco nazionale Cilento, vallo di Diano e Alburni; dell’associazione di P.C. Il Punto di Baronissi e dei comuni di Pertosa e Auletta è stato reso possibile soprattutto grazie alla partnership instaurata con la FONDAZIONE MIdA, ed all’entusiasmo con il quale il presidente dott. D’Orilia e i suoi collaboratori hanno accolto l’iniziativa mettendo a disposizione uno dei siti tra i più belli e suggestivi del mondo ipogeo. Oltre 100 volontari, provenienti dai vari gruppi speleologici della Campania e dal Molise, hanno aderito all’iniziativa: i Gruppi speleologici del C.A.I. di Salerno, Napoli e Avellino; del Gruppo speleologico Natura Esplora di Summonte; del Gruppo Speleologico Vallo di Diano; dell’Associazione Speleologi Molisani; del Gruppo Speleologico G.Rama di Bagnoli Irpino. Altrettanto numerosi gli appartenenti alla Protezione Civile: dell’associazione Il Punto di Baronissi; del GOPI di Caggiano; della Croce Azzurra di Siano, dell’associazione DEDALO soccorso montano di Giffoni Vallepiana e della P.C. di Pomigliano d’Arco. Altrettanto indispensabile è stato il supporto dei numerosi sponsor che hanno raccolto l’invito del G.S. CAI SALERNO, molto di questi da sempre impegnati anche nel sociale: la Tipografia LANDI; DUEGI SPORT; la SIP & T ; la squadra volley DUE PRINCIPATI; Dragone Valentino; tutti di Baronissi; Il Sant’Andrea Pub di Salerno oltre agli altri già prima citati. Il successo riscosso dalla manifestazione dimostra che la volontà e la partecipazione collettiva ad un ‘IDEA e a un PROGETTO sono più forti di ogni barriera e pregiudizio e che l’attività speleologica non va solo nel cuore della terra ma può arrivare anche al cuore delle gente e soprattutto ai meno fortunati!

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.