Home » Cannocchiale

Avellino: agrario “De Sanctis” vetrina XVI premio nazionale Bacco & Minerva

Inserito da on 14 maggio 2017 – 07:44No Comment

Alberto De Rogatis

Nell’anno del bicentenario dalla nascita del grande storico e politico irpino Francesco De Sanctis, si è svolta presso l’Istituto Tecnico Agrario “De Sanctis – D’Agostino” di Avellino, di cui lo stesso fu fondatore oltre un secolo fa, la XVI Edizione del concorso nazionale “Bacco & Minerva”, evento che ogni anno riunisce per tre giorni tutte le scuole agrarie d’Italia. E’ stata una kermesse di alto profilo culturale ed enologico, denso di dibattiti ed escursioni, e nel contempo di grande promozione per un territorio, quello della provincia di Avellino, ad alta vocazione vitivinicola e di notevoli potenzialità per lo sviluppo eno-turistico ma ancora non appropriatamente conosciuto in ambito nazionale. Onori di casa affidati alla professionalità del dirigente scolastico Pietro Caterini che, insieme ai suoi collaboratori e agli studenti tutti, ha messo a proprio agio gli ospiti dei 28 istituti partecipanti,  illustrando le importanti peculiarità della scuola, dai vigneti alla distilleria, e facendo loro godere di alcune bellezze paesaggistiche e monumentali davvero incantevoli; tra esse XVI l’antica Abbazia di Loreto di Montevergine ed i vigneti della storica azienda Mastroberardino situati presso gli scavi archeologici di Pompei. Il momento più atteso della manifestazione è stata la premiazione dei vini prodotti dalle varie scuole presenti che si è svolta nell’auditorium dell’Istituto “De Sanctis – D’Agostino”, così come tutti i lavori coordinati da Caterini. Nelle varie categorie sono stati attribuiti premi a vini sia bianchi che rossi docg, doc e igt, ma anche a rosati ed agli spumanti; questi gli istituti premiati: “Duca degli Abruzzi” Padova, “Vetrone” Benevento, “San Michele all’Adige”, “Pastori” Brescia, “Busdraghi” Lucca, “Ricasoli” Siena, “Penna” Asti, “Bagnoregio” Viterbo, “Profagri” Salerno, “Cosimo Ridolfi” Chieti, “Serpieri” Avezzano, “Scarabelli-Ghini” Imola, “Cerletti” Conegliano Veneto, “Angelo Vegni-Capezzine” Cortona. Quest’ultimo, vincitore col rosso “Cortona Syrah 2015”, ha ottenuto dalla giuria il punteggio più alto in assoluto e quindi anche il privilegio di ospitare l’edizione 2018 dell’evento in terra aretina.

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o trackback dal tuo sito. È anche possibile Comments Feed via RSS.

Sii gentile. Keep it clean. Rimani in argomento. No spam.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo è un Gravatar-enabled weblog. Per ottenere il tuo globalmente riconosciute-avatar, registri prego a Gravatar.


× 3 = diciotto