Home » > FISCO E LAVORO

La parasubordinazione

Inserito da on 8 maggio 2017 – 00:00No Comment

Daniele Imparato*

Gli elementi che contraddistinguono un rapporto di Lavoro parasubordinato sono: la collaborazione; il coordinamento; la continuità; la natura prevalentemente personale della prestazione. Per collaborazione s’intende la mancanza del vincolo della subordinazione. Il prestatore, quindi, si ritiene svincolato dall’inserimento nella struttura e nell’organizzazione gerarchica dell’impresa con autonomia circa le modalità, il tempo ed il luogo della prestazione. Per coordinamento s’intende un collegamento funzionale con la struttura del committente. Le modalità d’esecuzione della prestazione coordinata e continuativa devono essere stabilite dal datore di Lavoro preventivamente. La prestazione non deve essere occasionale e l’accordo deve riguardare una serie imprecisata di adempimenti per un arco di tempo determinato. Per personalità della prestazione s’intende la necessaria prevalenza del carattere personale della prestazione rispetto all’impiego di mezzi e/o altri soggetti. Si possono distinguere due categorie di rapporti di collaborazione: tipici e non tipizzati. Nei rapporti tipici sono ricompresi gli uffici di amministratore, sindaco o revisore di società, associazione e altri enti, la collaborazione a giornali, riviste, enciclopedie e simili e la partecipazione a collegi e commissioni; i rapporti non tipizzati sono individuati sulla base dei criteri generali (continuità, collaborazione ecc). Dopo la riforma del jobsact le collaborazioni si sono sdoppiate in collaborazione coordinata e continuativa e la collaborazione coordinata e continuativa personale. La prima è la co.co.co tradizionale, la seconda consiste in prestazioni di Lavoro personali e continuative la cui modalità d’esecuzione è organizzata dal committente anche con riferimento ai tempi ed al luogo di Lavoro. Nel secondo caso è necessaria la certificazione, del rapporto di collaborazione per non incorrere in controversie, presso enti bilaterali, direzioni territoriali del Lavoro, università, consigli provinciali dei Consulenti del Lavoro ecc.

*consulente del lavoro

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.