Home » >> Giudiziaria

Salerno: Procura della Repubblica, confisca beni, inchiesta sodalizio rapinatori portavalori

Inserito da on 7 aprile 2017 – 05:53No Comment

Nella mattinata odierna il ROS-Sezione Anticrimine di Salerno ha provveduto a notificare  a C.G. di 50 anni ed alla sua consorte R.P. di 49 anni, entrambi di Pagani, un decreto emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Salerno che dispone la confisca di prevenzione previo sequestro di beni mobili ed immobili. Oggetto del provvedimento di sequestro sono 2 appartamenti, 1 garage, tutti siti a Pagani, nonché 2 autovetture, per un ammontare complessivo di euro 275.000,00 circa. Il provvedimento in questione scaturisce da specifici accertamenti patrimoniali delegati al ROS dei Carabinieri da questo Ufficio di Procura, nell’ambito di una complessa ed articolata attività d’indagine sviluppata , tra il 2012 ed il 2014, nei confronti dei componenti di un pericoloso sodalizio di rapinatori specializzati nell’esecuzione di assalti armati a furgoni portavalori. Nei primi giorni del mese di marzo del 2012, nell’imminenza della  realizzazione di una di queste rapine, quest’ufficio emise un decreto di fermo d’indiziato di delitto nei confronti di ben 8 componenti dell’organizzazione, tutti originari dei commi di Pagani ed Acerno della Provincia di Salerno .Tra i destinatari del provvedimento restrittivo vi era anche C.G., considerato come uno dei promotori ed organizzatori del sodalizio. Sul conto  dei predetti è in corso di celebrazione, presso il Tribunale di Nocera Inferiore, il Processo di I° grado. Nel corso della breve ma molto intensa attività investigativa svolta al tempo , vennero acquisiti dai Carabinieri importantissimi riscontri probatori, consistenti nel  sequestro  di ingenti quantitativi di armi, comuni e da guerra; centinaia di munizioni di vario calibro; apparecchiature rice-trasmittenti; c.d. “bande chiodale” e sfere metalliche anch’esse chiodate, atte ad interdire l’inseguimento da parte di autovetture delle Forze  dell’Ordine;  un intero parco mezzi ,costituito da autovetture e motocicli  di provenienza furtiva; un elevato  numero di targhe contraffatte per auto , nonché materiale vario destinato alla commissione di assalti armati a furgoni blindati.

Il Procuratore della Repubblica

Corrado Lembo

 

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.