Home » • Salerno

Salerno: Marina d’Arechi, prime partenze dal porto

Inserito da on 6 aprile 2017 – 05:48Un commento

Nella mattinata di oggi - giovedì 6 – e domani , venerdì 7 aprile, le prime partenze dal porto di Salerno (Terminal Sct) per New York in seguito agli accordi firmati dal Gruppo Gallozzi con  “Ocean Alliance” e “The Alliance”. Domani, venerdì 7 aprile il Presidente dell’Autorità Portuale “Tirreno Centrale” Pietro Spirito sarà in visita al Terminal Sct . * Alle 9.00 sarà disponibile una navetta all’ingresso del porto di Salerno in via Ligea (varco Molo Trapezio). “In considerazione del consistente incremento dei traffici – spiega Agostino Gallozzi – Sct ha provveduto in questi giorni ad inserire 21 giovani salernitani nella propria pianta organica. Queste nuove assunzioni rappresentano una grande soddisfazione soprattutto in un momento nel quale il problema della disoccupazione dei nostri ragazzi è diventato una vera e propria emergenza sociale. Nella settimana in corso il Terminal Sct lavorerà 24 navi full container a conferma di un 2017 che già prospetta un incremento consistente della movimentazione nello scalo di Salerno. I livelli di reputazione e di capacità operativa del nostro scalo e del nostro Gruppo hanno consentito di attrarre un numero crescente di collegamenti marittimi con un effetto moltiplicatore delle opportunità competitive sui mercati internazionali per le tante attività produttive radicate nella provincia di Salerno ed in Campania, ma anche in altre aree meridionali”. “Siamo in un momento di grande dinamismo del nostro Gruppo - spiega Gallozzi – e proseguiamo convinti sulla strada della continua ricerca di ulteriori e qualificati servizi per le imprese export oriented. Il porto di Salerno è ormai da tempo un fondamentale gate effettivamente funzionale alle aziende che guardano ai mercati internazionali come sbocco prioritario delle produzioni Made in Italy. ”E’ in questa direzione - conclude Gallozzi - che continueremo a lavorare, convinti che la logica di sistema introdotta dalla riforma delle Autorità Portuali esalta ancora di più la capacità di crescita delle imprese operanti nella filiera dei traffici internazionali in una logica di libero mercato”.

 

Un commento »

  • Gaetano Perillo scrive:

    Ritorno sull’argomento già affrontato in un mio precedente commento.
    Nel 2017 si “prospetta un incremento consistente della movimentazione nello scalo di Salerno”, in virtù del moltiplicarsi delle linee di collegamenti marittimi, posti in essere e presumibilmente anche in divenire, con effetti positivi quindi pure negli anni a venire.
    Se la mira è fare da volano per le “tante attività produttive radicate nella provincia di Salerno ed in Campania, ma anche in altre aree meridionali” (e perché no anche verso il nord?), allora il Gruppo Gallozzi potrebbe concludere con i propri partner accordi ancora più proficui se oltre ai già noti “livelli di reputazione e capacità operativa dello scalo” potesse assicurare anche la presenza di infrastrutture di viabilità a terra diversificate, capaci, efficienti e idonee sia per il corto che per il lungo raggio.
    E’ interesse del Gruppo spingere, in sinergia con altri operatori pubblici e privati, affinché il piano triennale di interventi già finanziati sia non un punto di arrivo ma la premessa per un vero completamento del potenziamento del porto, onde non resti monco nel settore infrastrutturale terrestre, perché ancora privo di un indispensabile collegamento ferroviario con il suo retroterra.

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o trackback dal tuo sito. È anche possibile Comments Feed via RSS.

Sii gentile. Keep it clean. Rimani in argomento. No spam.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo è un Gravatar-enabled weblog. Per ottenere il tuo globalmente riconosciute-avatar, registri prego a Gravatar.


3 + = quattro