Home » • Agro Nocerino Sarnese, Cava e Costiera

Cava de’ Tirreni: a MoroInJazz, Deborah J. Carter italian quartet

Inserito da on 6 aprile 2017 – 04:00No Comment

Pregiatissima serata musicale dedicata al jazz, unica ed esclusiva per gli appassionati di buona musica venerdì 7 aprile con l’esibizione di una delle cantanti e compositrici più conosciute e seguite della scena jazz mondiale: Deborah J. Carter con il suo Italian quartet. In tour in Italia, Deborah J. Carter ha scelto il Jazz Club Il Moro di Cava de’ Tirreni (Sa)  per regalare la sua voce ricca e profonda con una formazione dalla straordinaria energia e eleganza. Ospite della rassegna MoroInJazz,  che si avvale della direzione artistica di Gaetano Lambiase, sul palcoscenico del locale del Borgo Scacciaventi, sulle note del jazz, la vocalist americana sarà accompagnata da un trio di affiatati musicisti italiani:  Daniele Gorgone  al pianoforte, Daniele Sorrentino al contrabbasso e Roberto Pistolesi alla batteria. L’artista americana – vissuta tra le Hawaii e il Giappone – guiderà il pubblico in un viaggio fra i grandi classici. La sua formazione musicale è avvenuta in Giappone e poi negli Stati Uniti, al Berklee College of Music di Boston – scuola delle più importanti nel panorama della formazione musicale di alto livello. Con la sua inconfondibile voce vellutata, profonda e intrisa di jazz, Deborah venerdì 7 aprile a partire dalle ore 22.00 interpreterà i grandi classici del jazz dai piu’ famosi a gemme meno conosciute molte delle quali eseguite con arrangiamenti originali di Deborah stessa. La vocalist DEBORAH J. CARTER è nata negli U.S.A. e cresciuta nelle Hawaii e in Giappone. Viaggia molto esibendosi in festival jazz, jazz club, conducendo seminari, esibendosi in radio e spettacoli televisivi in Europa e Asia con il suo trio o come ospite con diverse formazioni da piano duo a grandi orchestre. Durante i suoi tour, tiene spesso corsi di perfezionamento in tutto il mondo. Questa cantante / compositrice / arrangiatrice è una delle più dinamiche e conosciute della scena jazz mondiale, grazie alla sua voce potente, swingante e a tratti molto sensuale e romantica, descritta dalla rivista Music Maker come “assolutamente top-class”. L’ultimo disco di Deborah “Blue Note e Red Shoes”, è stato registrato con il suo trio di lunga data con artisti di fama internazionale e vari ospiti ed è un ottimo esempio del suo genere preferito: ‘jazz metropolitano’. Nelle sue stesse parole, “E ‘un tipo di jazz che riflette l’energia e lo spirito di tutte le città capitali, in questo 21 ° secolo che ha assorbito le influenze e gli aspetti cosmopoliti dei suoi abitanti. “ In età molto giovane Deborah ha cominciato come strumentista a fiato alle Hawaii e poi ha iniziato a studiare teoria musicale e composizione nella sua prima adolescenza in Giappone. Ha continuato i suoi studi presso il prestigioso Berklee College of Music. “Durante i miei anni più giovani sono stata benedetta con meravigliosi insegnanti e amici che mi hanno incoraggiato e mi hanno ispirato a fiorire e crescere nella musica”. DANIELE GORGONE Dal fraseggio adrenalinico, tipico del bopper, madido di fascinose inflessioni bluesy, Daniele Gorgone è un fulgido talento del pianoforte jazz tricolore. Nell’arco della sua intensa carriera artistica condivide palco e studio di registrazione con una pletora di jazzisti blasonati a livello internazionale, tra cui: Scott Hamilton, Wayne Tucker, Bucky Pizzarelli, Marlene Verplanck, Jason Marsalis, Grant Stewart, Johannes Faber, Dave Glasser, David Schnitter, Peter King, Elisabeth Kaledjian, Tom Kirkpatrick, Perico Sambeat, David Pastor, Juliet Kelly, Luciano Milanese, Flavio Boltro, Emanuele Cisi, Roberto Gatto, Fabrizio Bosso, Joe Cohn, Jesse Davis, Ares Tavolazzi. Le sue qualità pianistiche vengono apprezzate anche all’estero, in nazioni quali: Stati Uniti, Francia, Svizzera, Germania, Slovenia, Irlanda, solo per citarne alcune. DANIELE SORRENTINO Contrabbassista che nonostante la giovane eta’, e gia’ in possesso di un timing chirurgico, di un suono cavernoso e avvolgente e di un notevole senso dello swing che ne fanno uno tra i contrabbassisti più stimati e prolifici del circuito jazzistico nostrano. Nel suo palmares annovera un gran numero di collaborazioni live e discografiche al fianco di leggende del jazz mondiale come Scott Hamilton, Dado Moroni, Alessio Menconi, Gege’ Telesforo e Stefano Di Batttista nel cui quartetto suona ormai da diversi anni. GIOVANNI CAMPANELLA Ha studiato presso il conservatorio L. Perosi (CB) e poi a Napoli presso la Musicisti Associati vincendo due borse di studio mentre nel 2009 ottiene il premio Miglior Allievi al Nuoro Jazz e nel 2011 vince il premio Chicco Bettinardi di Piacenza come miglior band. Dal 2016 è endorser Sakae. Si dedica da anni al jazz in tutte le sue sfumature. Alcune collaborazioni: Fabrizio Bosso, Dario Deidda, Stjepko Gut, Gary Smulian, Ronnie Cuber, Tullio de Piscopo. Prossimo appuntamento della rassegna MoroInJazz venerdì 14 aprile FABRIZIO BOSSO QUARTET  feat ENRICO RAVA: Julian Mazzariello al pianoforte, Jacopo Ferrazza  al contrabbasso, Nicola Angelucci alla batteria, Fabrizio Bosso alla tromba, Enrico Rava alla tromba.

 

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.