Home » • Salerno

Salerno: congresso Cisl, Gerardo Ceres nuovo segretario generale con Marilina Cortazzi e Giuseppe Baldassarre

Inserito da on 29 marzo 2017 – 06:21No Comment

E’ giunta al termine la due giorni di lavori del X congresso della Cisl di Salerno, che si è svolto il 28 e 29 marzo 2017 presso la sala convegni della Colonia San Giuseppe a Salerno, che ha impegnato 122 delegati, in rappresentanza di circa 50mila iscritti, tra lavoratori attivi e pensionati. All’assise cislina, che ha visto dibattere il tema “Per la persona, per il lavoro: obiettivo crescita” è intervenuto anche Piero Ragazzini, segretario nazionale confederale e commissario USR Campania. Al termine del congresso che si è concluso con l’elezione del Consiglio generale, dei delegati al congresso USR Campania e del Collegio dei sindaci, Gerardo Ceres è stato eletto nuovo segretario generale Cisl Salerno. Subentra a Matteo Buono e sarà affiancato da Marilina Cortazzi e Giuseppe Baldassarre.  Cinquantaquattrenne, coniugato, tre figli, approda alla responsabilità della Cisl di Salerno dopo un impegno trentennale all’interno del sindacato. Iscritto alla Filca Cisl (Federazione dei lavoratori edili) di Salerno sin dal 1983, ha iniziato la sua attività sindacale nel 1987 come operatore della Filca Cisl di Avellino. Nel 1991 viene inviato a Roma a seguire la Federazione degli edili della capitale. Nel 1993 diventa operatore nazionale della Filca Cisl, nel 1999 approda alla Filca Cisl di Torino. Nel 2002 viene eletto Segretario Generale della Filca Cisl di Salerno e della Filca Cisl della Campania e nel 2008 entra nella Segreteria della Cisl della Campania. Dal 2000 al 2008 è stato vice Presidente di Prevedi. Dal maggio 2013 ricopre l’incarico di Presidente regionale dell’Adiconsum. Nell’esprimere soddisfazione per la fiducia ricevuta, Ceres ha ringraziato i Segretari uscenti per il prezioso supporto e l’impegno dimostrato in questi anni. In proposito ha commentato: “Il loro importante lavoro rientra nei valori storici della Cisl salernitana che continueremo a perseguire in una logica di continuità delle scelte già delineate. Attiveremo le nuove decisioni, dando la priorità a quelle indispensabili per costruire un futuro di crescita e sviluppo per il nostro territorio”. Ceres ha concluso: “Da questo Congresso sono convinto che la Cisl di Salerno uscirà più coesa e più determinata nel continuare il suo percorso di rinnovamento”. “Dalla crisi economica, dal  crollo delle politiche statali,  con un  capitalismo che non riesce seppur impegnandosi a creare occupazione, ne usciremo tutti cambiati, niente è più come prima. Occorre rilanciare i grandi valori dell’imprenditoria seria, dell’investimento locale, della concertazione costruttiva”.  Così Piero Ragazzini, segretario nazionale della Cisl, è intervenuto al congresso provinciale del sindacato. Ragazzini ha toccato i vari temi-chiave legati al mondo del lavoro, a partire dal panorama nazionale a quello salernitano, da valorizzare perché ricco di tradizioni, di grandi potenzialità nel turismo e nell’agricoltura, il tutto in una logica di fare più rete, più gioco di squadra. Per il segretario confederale è fondamentale attrarre sul territorio, anche aziende multinazionali, e dare più spazio alle opportunità per le imprese (Industria 4.0). A suo avviso, le peculiarità della Cisl sono nella capacità di ragionare su un’idea nuova di rapporto tra impresa e lavoratori: perché la forza lavoro che si rende disponibile e responsabile a scommettere sull’impresa, può contribuire a dare attrattività a un territorio. Quindi, non considerare l’azienda un nemico bensì un fattore di espansione e benefici per l’occupazione e l’economia. 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.