Home » Sicurezza

Mercato San Severino: Mariano Ciarletta a “L’eredità”

Inserito da on 23 marzo 2017 – 05:20No Comment

Anna Maria Noia

Giovedì 23 marzo, come di consueto alle 18.40, su Rai Uno nuovamente in onda “L’eredità”. Il format del game show più amato e atteso da milioni di telespettatori italiani (in Spagna è denominato “El legado”), ha visto per l’occasione protagonista il giovane neolaureato sanseverinese Mariano Ciarletta. Il 25enne – pur non qualificandosi per la “Ghigliottina” finale (è stato difatti e purtroppo eliminato al secondo turno, avendogli la sfidante Martina puntato contro il dito) – è stato contento di aver vissuto tale esperienza. Come prevede il gioco, i sette concorrenti hanno dovuto superare diverse prove: tra queste, la gara delle canzoni e le domande di cultura generale. Ciarletta ha dichiarato che tutto è stato spesato dalla Rai. La puntata è stata registrata il 14 marzo scorso a Roma (negli studi di Cinecittà). Svelati dunque – per qualche momento – tutti i retroscena relativi a programmi di massa “cult” quale “L’eredità”. Condotto dal simpatico e affabile Fabrizio Frizzi. A detta del neo dottore, brillante studente all’ateneo di Salerno, Frizzi è un concentrato di allegria e ironia. Il Sanseverinese, dopo aver prodotto istanza di partecipazione nel 2016, ha dovuto affrontare due provini: uno telefonico – per accertarsi dei requisiti utili alla candidatura – e l’altro dinanzi le telecamere. Per saggiarne la fotogenia. Ha legato soprattutto con il vincitore, Stefano. “Un’occasione di crescita” – ha poi commentato, felice di questa novità nella sua vita, che lo ha portato a vivere per un paio d’ore il mondo della televisione – di fronte ai video spietati degli operatori tv. “Non ho notato troppo rigore – ha affermato – né una eccessiva severità. Anzi tutti, dai piani alti ai minimi livelli, si sono mostrati accomodanti e alla mano. Però con rigore e serietà”. Inoltre il giovane, figlio di un noto docente all’università di Fisciano e autore di numerose pubblicazioni – tra poesie e romanzi horror – è rimasto colpito dalla professionalità. Anche, ad esempio, ad opera dei truccatori. Ha raccontato di essere stato truccato due volte, ma gli abiti li ha scelti lui – portandoli da casa. “La Rai è sita in ambienti esclusivi – ha poi detto – davvero un’occasione formativa e peculiare”. Mariano Ciarletta è partito dalla stazione di Salerno coi propri genitori, poi ha conosciuto altri concorrenti sul posto. Tra cui, appunto, Stefano – bolognese molto modesto e disponibile, che poi ha vinto. “Sono stato trattato bene – chiosa Ciarletta – e accolto con ospitalità. Molta adrenalina, molta emozione. Sono felice, anche se non sono giunto in finale”. Al 25enne, ad majora.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.