Home » Sport

Anche Viterbo passa al PalaSilvestri, Salerno resta fanalino di coda

Inserito da on 19 marzo 2017 – 00:00No Comment

Niente da fare al PalaSilvestri. Salerno perde anche contro la Defensor Viterbo (56-68) e resta ultima nel torneo di A2 femminile con 4 punti a quattro turni dal termine della regular season. Pordenone, terzultima, passa a Castellammare e allunga a quota 10. La salvezza si deciderà ai playout, ora testa alla parentesi della fase interregionale U20. La partita. Zolfanelli stringe i denti ed è nello starting five (con Meschi, De Mitri, Assentato e Kenny) dopo gli acciacchi di Udine. Un minuto e mezzo di gioco e si sblocca la partita: si scatena Assentato, suoi i primi 5 punti per Salerno e una serie di preziosi rimbalzi difensivi. In mezzo la tripla di Ciavarella che mostra subito le sue qualità di tiro mettendo una tripla. Si segna poco, a metà primo quarto gara sul 5-5. Kenny da fuori, Cutrupi accorcia per le ospiti ma Assentato prima e Meschi poi portano Salerno sul +5 a 2’ dal primo intervallo (13-7). Le laziali sono abili a non perdere terreno, 15-12 primo parziale. Il secondo periodo s’apre con l’uno-due Meschi-Zolfanelli che fa volare le granatine a +8. Romagnoli e Ciavarella però hanno la mano calda dalla distanza e tengono le gialloblù a contatto ogni volta che Salerno prova a scappare. Match equilibrato, 32-31 al 20’. Alla ripresa Viterbo mette il muso avanti: Assentato e Kenny tirano fuori le unghie, attente anche De Mitri e Seskute, nonostante un colpo alla caviglia. Ma non basta, alla mezzora ospiti avanti (46-51). La pressione si fa sentire e nell’ultimo quarto Salerno è vittima di numerose disattenzioni: troppi falli (ingenui) commessi, poca lucidità in attacco. A 7’ dalla sirena le campane sono in partita (51-55) ma vi escono subito. Viterbo accelera, Salerno resta al palo e il finale è ancora amaro: 56-68. Non c’è tempo di metabolizzare il ko. Le granatine dovranno scendere in campo già tra due giorni: all’orizzonte il concentramento interregionale U20, una tre giorni di fuoco a Chiusi (SI). Si parte lunedì alle 21 contro il Bull Basket Latina (arbitri Fazzino di Orvieto e Doronin di Perugia) nel locale palazzetto di Poggio Gallina: la vincente se la vedrà martedì sera con la perdente di Libertas Forlì-Carugate; vale anche l’inverso. Mercoledì sarà completato il girone con la terza partita: la prima classificata accederà alle finali nazionali di categoria. Obiettivo che il club di patron Somma vuol provare a centrare.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.