Home » Regione

Regione Campania: Cammarano “Ritardi pagamenti lavoratori Silba Spa, interrogazione”

Inserito da on 2 febbraio 2017 – 07:00No Comment

“Chiediamo alla giunta De Luca di assumere iniziative, anche normative, rispetto alle convenzioni che si instaurano con i privati. Tali convenzioni devono essere ancorate al rispetto dei contratti di lavoro”. Lo chiede il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano in una interrogazione scritta e rivolta al presidente De Luca, inerente la vicenda dei cronici ritardi nei pagamenti dei lavoratori della società Silba Spa che gestisce tre strutture di riabilitazione nel salernitano. “Alla Silba fanno capo tre strutture riabilitative – spiega Cammarano – la Villa Alba di Cava Dei Tirreni e la Villa Silvia e il Centro Montesano entrambe ubicate a Roccapiemonte, tutte in provincia di Salerno”. “Le strutture sono convenzionate con la Regione Campania e danno lavoro complessivamente a circa 400 persone – fa notare il consigliere – da più di 6 anni la Spa si caratterizza per significativi ritardi nei pagamenti ai dipendenti che arrivano anche a 4 mesi”. “La struttura è finanziata per il 70 % a carico del servizio sanitario nazionale (Asl) – specifica Cammarano – mentre il restante 30% è a carico dei comuni”. “I ritardi nei pagamenti sono ormai un elemento endemico – denuncia il consigliere – i dirigenti, a loro volta, lamentano i mancanti o tardivi pagamenti degli enti locali”. “Per dirimere parte della vicenda ai tavoli di trattativa – sottolinea – è stato proposto ai dipendenti delle strutture il congelamento delle mensilità e la riduzione dello stipendio mensile al 70 % ovvero la quota parte regolarmente versata dall’Asl. Proposta rinviata al mittente dai lavoratori”. “L’intera vicenda già è stata sollevata dai parlamentari Angelo Tofalo e Carlo Sibilia – conclude Cammarano – nell’interrogazione del Movimento 5 Stelle chiediamo alla giunta di attivarsi e regolamentare normativamente le convenzioni con i privati ancorandole al rispetto dei contratti di lavoro”.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.