Home » Varie

La voce dell’Africa: Kuuza vendere

Inserito da on 20 gennaio 2017 – 00:00No Comment

Padre Oliviero Ferro*

Un posto speciale dove puoi osservare la vita in Africa è certamente il mercato. Ma non ci devi andare, pensando di comperare solo quello che ti serve. Prenditi il tuo tempo e impara a guardarti intorno. Certo sei andato per fare i tuoi acquisti, ma non basta. Stai entrando in un mondo speciale e allora vivilo pienamente. Era successo anche a me, la prima volta. Noi che veniamo dal cosiddetto primo mondo, abbiamo sempre fretta. Ma con la fretta non si va da nessuna parte. Già la strada che porta al mercato è un buon punto di osservazione. Anche se stai guidando la Land Rover, devi fare attenzione al traffico  da e per il mercato. Altre camionette cariche di gente e di cose ti seguono. Poi la gente a piedi, in bicicletta, in moto o tirando qualche animale recalcitrante. Finalmente arrivi al mercato. Cerchi un posto dove posteggiare l’auto e con il tuo accompagnatore, ti fai largo nella calca. Qualcuno ti guarda meravigliato, unico bianco in mezzo a tante persone di colore scuro. Ma poi l’atmosfera ti prende e anche tu ti mescoli in questo mondo speciale. Ti viene subito da domandare a qualcuno, “weye, unauzisha nini?” (tu, che cosa vendi?). E lui, con fare sornione, cerca di farti capire che è qualcosa di speciale e che costa poco per te. Ma ormai, anche tu ti sei fatto furbo e sai che cercano sempre di aumentare il prezzo, perché tu vieni da lontano. Allora gli rispondi che passerai più tardi. Lui capisce che tu hai capito e ritorna alla carica, ma la prima volta gli è andata male. Continui il tuo giro e ti viene voglia di comperare qualcosa di speciale. Chiedi il prezzo e subito ti viene sparata una cifra considerevole. Tu provi a contrattare e il tempo passa. Lui non vuole scendere più di tanto e allora te ne vai via. E, magicamente, ti corre dietro e ti chiede il prezzo che tu hai pensato. Bastava avere un po’ di pazienza (quanta?). Tutti vendono qualcosa, perché poi tutti hanno bisogno di comprare qualcosa. E’ la vita che li porta a questo. A casa c’è qualcuno che li aspetta con ansia!

*missionario saveriano  

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.