Home » • Salerno

Salerno: “La Solidarietà” impegnata durante Concerto Capodanno

Inserito da on 2 gennaio 2017 – 06:06No Comment

 Ancora una volta bisogna sottolineare il grande impegno nella notte del capodanno 2017 per i volontari dell’Associazione “La Solidarietà” di Fisciano, attivi con numerose unità operative in Piazza Amendola a Salerno, durante il concerto di Antonello Venditti. I volontari, insieme ad altri colleghi delle associazioni salernitane, hanno svolto un lavoro di assistenza sanitaria ed emergenziale per le migliaia di persone che si sono riunite in piazza a festeggiare il capodanno 2017. I soccorritori, mentre la folla era intenta a stappare bottiglie per salutare l’arrivo del nuovo anno, sono stati vigili e attenti affinchè i festeggiamenti potessero proseguire in maniera pacifica. La loro opera non si ferma qui. Infatti, fino al termine della manifestazione “Luci d’Artista”, i volontari saranno ancora impegnati per contrastare i disagi legati al traffico, attraverso interventi coordinati con la polizia municipale e le altre forze dell’ordine. Un impegno che si estende anche alle località limitrofe, soprattutto a Fratte, dove la recente apertura del centro commerciale “Le Cotoniere” ha mandato molte volte il traffico in tilt, con numerose lamentele da parte dei residenti del posto. I volontari de “La Solidarietà” continueranno, pertanto, a controllare gli incroci stradali cercando di disciplinare anche il copioso traffico pedonale. Da segnalare anche la presenza di una postazione mobile che coordina le operazioni da Piazza della Concordia con a bordo alcuni sanitari e i rappresentanti della Protezione Civile di Salerno. Il Presidente de “La Solidarietà”, Alfonso Sessa, oltre ad augurare un Felice Anno Nuovo, ha ringraziato di cuore tutti coloro che prestano il proprio tempo e le proprie risorse al servizio degli altri, soprattutto in un periodo di festa come quello Natalizio. Lo stesso Presidente, inoltre, ha annunciato per il nuovo anno la promozione di tante altre iniziative a sostegno dei più bisognosi.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.