Home » Sicurezza

Nocera Inferiore: Liceo “A. Galizia” alternanza Scuola-Lavoro “Se ti ama non ti picchia’’

Inserito da on 23 dicembre 2016 – 04:05No Comment

Ancora una volta, un ennesimo uomo piccolo vive libero per le nostre strade, ossessionato da una donna che ormai non è più sua. Perché maltrattata fisicamente e psicologicamente da lui stesso. Nel mondo il 35% delle donne ha subito violenza fisica o sessuale. In Italia il 31,5% delle donne fra i 16 ai 60 anni ha subito una violenza, spesso dinanzi ai propri figli, il 12% di queste non ha avuto il coraggio di denunciare. Laura, una donna di 50 anni, racconta di aver subito violenza dal proprio marito per 12 anni. Racconta di aver subito, principalmente, violenza psicologica, in quanto la sminuiva, la faceva sentire inadatta, sbagliata e una nullità, quando erano soli. In pubblico, come ogni uomo, ci teneva a mantenere l’apparenza di famiglia e coppia perfetta. Laura racconta che col tempo le offese sono diventate sempre più veementi, e il marito ha iniziato, inoltre, a sputargli in faccia. Un giorno l’ha colpita, in faccia, con un vassoio, che le ha spinto la pelle all’interno dell’occhio. Ha iniziato, in seguito, a picchiarla. Laura racconta la sua paura, prima di andare a dormire, aspettava di sentirlo russare, per paura che potesse succedergli qualcosa. Più volte ha tentato di andare via di casa, ma lui l’ha sempre aggredita e fermata, fino all’ultima volta, in cui, ha cercato di strangolarla. Laura è, finalmente, scappata via. Ma non ha sporto denuncia perché non ha i mezzi per farlo, poiché la nostra politica richiede prove, e i segni della violenza non bastano. E ancora una volta, un ennesimo uomo violento, nonché uomo piccolo vive libero per le nostre strade. E ancora una volta, un ennesima donna, ormai fragile, segnata da questo atroce atto, ha scambiato queste “attenzioni’’ per “amore’’. E’ questo l’amore? L’amore rende felice e riempie il cuore, non rompe le costole e lascia lividi sulla faccia, o nei casi più atroci, non uccide. Non esiste chi picchia e uccide per amore. Non esiste che un uomo uccide una donna perché la considera una sua proprietà, perché non concepisce che una donna sia libera di vivere come lei vuole. E questo sarebbe un uomo? A fare un vero ‘’uomo’’ non è la violenza, ma la dolcezza. Di notte prima di dormire una donna dovrebbe essere riscaldata con un abbraccio non con le botte. La violenza non è solo uno schiaffo, un pugno o un calcio, ma è tutto ciò che non permette ad un essere umano di vivere la propria vita serenamente. Ogni donna dovrebbe trovare un uomo che sappia amarla, amare la sua libertà e il suo modo di essere, e che neanche per sbaglio si permetta di ferirla qualsiasi sia il modo. Bisogna dire basta agli abusi e alle violenze fisiche, sessuali o psicologiche. Basta a tutto questo, la donna non è un oggetto, ma è un essere speciale che va amato. Bisogna rimboccarsi le maniche e porre fine a questa atroce sofferenza, e cercare di trovare la felicità. Non sarà facile, ma ci vuole tanta forza e coraggio.

Annarita Rossi, Liceo “A. Galizia” 3a/e (indirizzo economico-sociale)

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.