Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Pontecagnano Faiano: “L’amante di Dioniso” partecipazione e riflessione presentazione libro Vittorio Di Ruocco

Inserito da on 20 novembre 2016 – 03:15No Comment

Grande partecipazione e tanto interesse, venerdì sera, alla Biblioteca Civica “Alfonso Gatto”, presso il Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano, per la presentazione del romanzo “L’amante di Dioniso” di Vittorio Di Ruocco. All’iniziativa, promossa dall’Amministrazione guidata dal Sindaco Ernesto Sica, insieme all’autore sono intervenuti l’Assessore alle Politiche sociali Francesco Pastore, la Coordinatrice dello Sportello antiviolenza Ambito S4 Francesca Giugliano, il critico letterario e saggista Raffaele Messina, il Presidente Arcigay Salerno Ottavia Voza e la docente dell’Università degli Studi di Salerno e del Liceo A. Gatto di Agropoli Annamaria Petolicchio. A moderare l’incontro il giornalista Giuseppe Leone. L’Assessore Francesco Pastore, dopo aver rappresentato i saluti del Primo Cittadino e dell’intera Amministrazione, ha espresso “emozione ed orgoglio per la presentazione di questa nuova fatica letteraria del nostro scrittore Vittorio Di Ruocco che ci consente di condividere un momento di confronto su tematiche sociali di grande interesse e attualità”. Ha, quindi, ringraziato il pubblico, le rappresentanze delle scuole e delle associazioni presenti e i relatori auspicando “una collaborazione sempre più forte e proficua in una Città che riesce a dibattere e unirsi su temi importanti come questi che Vittorio propone nella sua straordinaria opera a testimonianza di una instancabile verve creativa e di indagatore umano”. “Una Città – ha aggiunto – che di recente ha celebrato anche la sua prima unione civile in un clima di rispetto, felicità, entusiasmo e partecipazione”. La Coordinatrice Francesca Giugliano si è, dunque, soffermata sulle attività dello Sportello antiviolenza dell’Ambito S4 ribadendo “l’importanza di garantire, attraverso una rete, prospettive reali alle vittime”. “E’ fondamentale – ha proseguito – il coinvolgimento delle scuole e degli alunni e la sinergia con le Forze dell’Ordine quale risposta immediata a chi ne ha bisogno”. Con riferimento al romanzo di Vittorio Di Ruocco ha, inoltre, dichiarato che “affronta tematiche e storie di estrema attualità così come indica riferimenti costanti della nostra vita”.“E’ un libro eccezionale contro ogni tipo di pregiudizio – ha detto la professoressa di Lettere Annamaria Petolicchio dopo aver ringraziato l’Assessore Pastore per l’invito e salutato i suoi alunni in sala. “E’ un’opera – ha aggiunto – dalle mille sfaccettature: un giallo, un romanzo denuncia, di formazione, di riflessione. Il merito è dell’autore che, con una trama fittissima e in modo impeccabile, affronta tematiche tanto forti quanto attuali quali la violenza, il precariato, la famiglia, l’identità sessuale. Per me è una prosa sensoriale perché tocca davvero tutti i sensi”. Attenta analisi da parte del critico Raffaele Messina per il quale “all’interno di quest’opera, la storia d’amore è una sorta di cornice che consente a Vittorio Di Ruocco di aprire tante digressioni, mille diramazioni in un intreccio tra sessualità, omosessualità e fede”. “L’autore – ha dichiarato ancora – tira fuori tutto il suo bagaglio culturale e la sua passione mostrando il suo animo militante quale portatore di idee e valori sociali e culturali”. Su idee e militanza sociale e politica dello scrittore Di Ruocco si è soffermato ugualmente il giornalista Giuseppe Leone per il quale “L’amante di Dioniso è un libro eccezionale che va fuori dai luoghi comuni”. Anche per il Presidente Arcigay Salerno Ottavia Voza si tratta “di un libro incredibilmente compatto e necessario che riesce a rappresentare un conflitto tra la propensione alla scienza, alla natura e alla fede”. “E’ un’opera – ha proseguito – che rafforza una cultura che oggi rivaluta con realismo la condizione dell’omosessualità e della bisessualità”. Il Presidente Voza ha, quindi, posto l’attenzione su omofobia e violenze “che descrivono tuttora una situazione davvero preoccupante nel nostro Paese”.“Ho cercato di selezionare accuratamente e con il giusto equilibrio le tematiche e gli argomenti di questo libro” le parole dello scrittore Vittorio Di Ruocco dopo i ringraziamenti al Sindaco Sica, all’Assessore Pastore, all’Amministrazione e a tutti i presenti. “Questa storia – ha concluso – vuole essere un contributo al dibattito perché oggi non è più tollerabile un atteggiamento di pregiudizio verso la diversità. La diversità è ricchezza spirituale e culturale e la società non può tenerla ai margini perché è una parte importante di se stessa”. Un nuovo racconto come sempre appassionante e ricco di spunti interessanti quello che lo scrittore Vittorio Di Ruocco riesce a trasmettere ai lettori.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.