Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Eboli: Cardiello “No alle Fonderie Pisano, pronti a barricate coi cittadini”

Inserito da on 12 novembre 2016 – 02:45No Comment

Come per la salvaguardia dell’Ospedale, dell’Istituto Perito Levi e in tema di sicurezza, anche ieri sera abbiamo dimostrato, qualora ve ne fosse ulteriore bisogno, di amare la nostra Città. Nel mese di maggio, su segnalazione di molti cittadini, ci siamo attivati al fine di scongiurare la delocalizzazione delle Fonderie Pisano nella Piana del Sele ed in particolare nella città di Eboli. Dopo un’interrogazione comunale e una lettera indirizzata al Sindaco ( senza aver ricevuto riscontro), abbiamo depositato una mozione che impegnava l’amministrazione comunale a utilizzare tutti gli strumenti amministrativi in caso di necessità, ivi compreso il cambio di destinazione d’uso dei terreni privati dove potrebbero sorgere questo complesso industriale. Cariello, Vecchio, e la maggioranza in consiglio comunale ( quei pochi rimasti a votare), a seguito dell’intervento di Botte della CGIL, non hanno chiuso i battenti a questa ipotesi denegata e sciagurata, isolando l’Ass. all’Ambiente Ginetti e il Presidente della Comm. Ambiente Merola che esattamente un giorno prima avevano dato parere contrario.  Le Fonderie Pisano non saranno mai delocalizzate ad Eboli e questa è una promessa! Avvieremo una raccolta firme popolare rivolgendoci a tutte le forze civiche e politiche presenti sul territorio. Siamo pronti a issare barricate e a portare migliaia di persone in Piazza, perchè è chiaro a tutti che la popolazione ebolitana non vuole questo complesso industriale. La salute è un diritto e come tale va tutelato, ma se sono sicure perchè non le realizzano a Salerno? Dopo il Si al referendum, questa apertura è un ulteriore segnale di avvicinamento a De Luca. Si vergognigno!

Avv. Damiano Cardiello

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.