Home » Arte & Cultura

Roccapiemonte: svolta per il “B. Rescigno”, “Scuola Zoo” tra alchimia e divertimento e confronto

Inserito da on 3 marzo 2016 – 04:20No Comment

Incredibile novità stamane al Liceo “Bonaventura Rescigno” di Roccapiemonte. Per la prima volta tutti gli studenti si sono riuniti in un’assemblea da un aspetto completamente diverso. Con il massimo impegno da parte dei quattro rappresentanti d’istituto, Serena Longanella, Giovanni Cavaliere, Nicola Di Filippo, Massimo Lamberti, la scuola è riuscita ad ottenere la partecipazione dell’organizzazione “Scuola Zoo”, che ha appassionato tutti in maniera straordinaria. Appena entrati, i ragazzi sono stati resi protagonisti dell’evento grazie all’intervento dal vocalist, Davide Paglia, che ha coinvolto gli studenti, gli operatori scolastici e gli insegnanti  in battute, balli, canti e giochi vari. A tutto questo ha fatto seguito la visione di un video, con il quale è stato illustrato alla platea il motivo che ha portato alla nascita di questa esperienza itinerante nel 2007. Anno dopo anno questo progetto si è sempre più ampliato fino alla realizzazione di un sito web, una testata giornalistica, video divertenti e una pagina Facebook con più di due milioni di iscritti. La parte centrale dell’assemblea è stata caratterizzata da una sinergia tra alunni e insegnanti: oltre al divertimento, la scuola ha, quindi, permesso di discutere anche delle situazioni di disagio relative alle infrastrutture,  sollevando un breve dibattito tra il corpo-docente e gli scolari.Il momento culmine dell’assemblea è stato rappresentato dal racconto dell’esperienza di Andrea Caschetto. Accompagnato dalla proiezione di un video, questo ragazzo di soli venticinque anni ha raccontato il suo giro attraverso gli orfanatrofi del mondo, avvenuto nel 2009. Dopo quello che chiama “amico di vecchio tempo”, ovvero un tumore al cervello, è stata grande la voglia di superare la sua difficoltà nel continuare gli studi, che ben presto si è trasformata in desiderio di aiutare il prossimo. In maniera molto semplice il ragazzo ha mostrato l’importanza della condivisione di ciò che ha appreso e che ha fatto proprio, concludendo con questa frase: “Tutte le cose che toccano le nostre emozioni rimangono nella memoria a lungo termine”. Alla luce di tutto ciò, quest’assemblea è stata un momento di incontro emotivo: mondi diametralmente distanti si sono fusi insieme. Anche i ragazzi più recalcitranti e apparentemente assenti hanno fatto emergere il loro io più profondo e hanno avuto il coraggio di palesare il loro pensiero. All’inizio sembrava un gioco invece è venuto fuori un universo. I giovani non smettono mai di essere giovani, linfa vitale di una società. Piccole cose aiutano a far venire fuori la grande anima che da sempre caratterizza un momento di ascolto. Gli studenti ringraziano sentitamente i rappresentanti d’istituto e Scuola Zoo per aver permesso loro di vivere un’esperienza unica come quella di quest’assemblea.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.