Home » Sport

Bocciato mercato estivo della Salernitana, si corre ai ripari

Inserito da on 3 gennaio 2016 – 00:09No Comment

Maurizio Grillo

Il campo ha emesso il suo insindacabile verdetto: la Salernitana è incompleta, qualitativamente carente in tutti i reparti e priva di quei giovani che, in questa categoria, fanno la differenza. Non è un caso che la rosa sarà rivoltata come un calzino, con numerose partenze e 7-8 innesti di qualità che, si spera, permetteranno ai granata di riscattare il deludente girone d’andata e riprendere il cammino verso la salvezza. Concentrandoci solo sulle partenze, ecco la situazione ruolo per ruolo: Portieri: Terracciano: dopo un avvio balbettante, dovuto anche alla lunga inattività pregressa, ha convinto Torrente e potrebbe essere lui a difendere la porta della Salernitana fino a giugno. “In porta stiamo bene così” filtra dalle segrete stanze granata, non a caso da Frosinone dicono che la pista Gomis si sia leggermente raffreddata. Percentuale di permanenza 100%

Strakosha: la società crede in lui e lo terrebbe volentieri come secondo, lui vorrebbe giocarsi altrove le sue chance. Qui non ha affatto convinto. Percentuali di permanenza 30%

Difensori: Empereur, Bernardini, Schiavi: da loro si ripartirà per lavorare sul 3-5-2, sperando che anche la buona sorte- leggasi infortuni- possa accompagnarli fino al termine del campionato. Ottima base per mister Torrente. Percentuale di permanenza 100%

Tuia: rientrerà da un infortunio serio che lo ha tenuto ai box per diversi mesi, resta da capire se la società punterà su di lui pur sapendo che fisicamente non è pronto o se lo manderà in prestito per sei mesi al fine di riaverlo indietro a giugno al top della condizione. Deciderà Torrente, molto dipenderà dalla possibilità di reperire sul mercato un centrale altrettanto bravo. Percentuale di permanenza 80%

Lanzaro: muro in Lega Pro, calciatore “normale” in cadetteria. In terza serie fioccano le offerte, il suo rendimento ha fatto storcere il naso all’allenatore e tutto può ancora accadere. Il Foggia, smentite di rito a parte, lo accoglierebbe a braccia aperte. Percentuale di permanenza 50%

Rossi: non ha convinto ed ha alternato prove sufficienti ad altre disastrose, tuttavia ha le caratteristiche per il 3-5-2 che Torrente presumibilmente utilizzerà nel girone di ritorno. Uno tra lui e Franco lascerà Salerno. Percentuale di permanenza 80%

Franco: la sua avventura a Salerno sembra finita, scelta di un allenatore che gli preferisce- e gli preferirà- il nuovo arrivato e Rossi. Lecce chiama, stavolta potrebbe rispondere presente. Percentuale di permanenza 20%

Pollace: andrà via, bocciato da Torrente più che dal campo. Percentuale di permanenza 0%

Colombo: un girone d’andata così e così e qualche richiesta dalla Lega Pro, abbinate al mancato rinnovo del contratto in scadenza, non fanno escludere totalmente un clamoroso addio già a gennaio. Eppure un Colombo al top potrebbe tornare ancora utilissimo. Percentuale di permanenza 65%

Trevisan: lui vorrebbe restare, il contratto da 180mila euro annui peserebbe per club di categoria inferiore se non abbassasse le pretese. La società gli ha già comunicato che non rientra nei piani tecnici, se sarà tira e molla potrebbe finire fuori lista. Preverrà il buonsenso. Percentuale di permanenza 20%

Centrocampisti:

Odjer, Bovo: due certezze per il presente e forse per il futuro, la Salernitana ripartirà anche da loro. Percentuale di permanenza 100%

Sciaudone: ne abbiamo parlato abbondantemente negli articoli pubblicati precedentemente: ha bisogno di ritrovarsi, andrà via. Resta solo da stabilire se a titolo definitivo o in prestito. Percentuale di permanenza 5%

Pestrin: si leggono accostamenti vari alla Paganese o ad altri club di Lega Pro (Benevento), in realtà Fabiani non è così convinto di lasciar partire uno dei suoi pupilli. A fine stagione già pronto un ruolo dirigenziale, vedremo se contribuirà alla salvezza da protagonista o tifando a distanza per gli ex compagni. Percentuale di permanenza 80%

Moro: il rinnovo del contratto fino al 2018- forse un azzardo- segnale di fiducia e stima incondizionata. Ad ora ha reso poco, ma le qualità sono indiscutibili. Il Lecce propone uno scambio con Doumbia, la Salernitana ha rispedito la richiesta al mittente. Percentuale di permanenza 90%

Perrulli: è rimasto in Paradiso a dispetto dei Santi, ma se a gennaio del 2014 gli fanno firmare un biennale non ha colpe specifiche ed è libero di rifiutare la Paganese quando vuole. Ora ha virtualmente chiuso col Benevento. Percentuale di permanenza 0%

Attaccanti:

Nalini: tutto dipenderà dalle sue condizioni, probabile rinnovi e vada altrove in prestito. Percentuale di permanenza 50%

Troianiello: più colpa sua che non ha reso o di chi lo ha preso- Lotito- sapendo che era fermo da anni? Andrà via, ancor di più dopo il provvedimento disciplinare di novembre. Percentuale di permanenza 0%

Eusepi: la B non è la Lega Pro, Torrente ha perfettamente ragione ed era questo il punto su cui battevamo quando bocciammo il mercato estivo mentre in salotti più prestigiosi si parlava di una Salernitana da play off. A Pescara e con l’Avellino ha fatto bene, poi tanto nervosismo ed un infortunio. Come per Sciaudone, bisogna capire soltanto con quale formula andrà via. Percentuale di permanenza 0%

Donnarumma: resterà più per regolamenti che per convincimento. La norma è chiara e fa riferimento all’Articolo 95 comma due delle NOIF FIGC: “Un calciatore potrà tesserarsi per tre società nell’arco della stessa stagione, ma potrà giocare competizioni ufficiali soltanto con due club”. Percentuale di permanenza 100%

Coda: blindato da un triennale e dalla fiducia di Fabiani, ha convinto poco, ma piace moltissimo a Torrente e alla dirigenza. A lui il compito di dimostrare di non essere un flop e di poter segnare più di 4 reti in 21 partite. Percentuale di permanenza 100%

Milinkovic: a Torrente piace, lui vorrebbe giocare di più e nel 3-5-2 non avrebbe moltissimo spazio. Paganese ed altri club di Lega Pro sono pronti ad abbracciarlo già a gennaio, anche il Bari ha effettuato un timido sondaggio. Percentuale di permanenza 50%

Gabionetta: il Carpi non molla, ma ha già trovato alternative valide. La Salernitana lo confermerà fino a giugno e poi farà con lui gli opportuni ragionamenti, sperando torni ad essere il calciatore devastante di inizio stagione. Percentuale di permanenza 100%

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.