Home » > IL PUNTO

Roccapiemonte: inaugurata sede CRI

Inserito da on 25 ottobre 2015 – 03:48No Comment

Rita Occidente Lupo

Grande fermento in mattinata, per l’inaugurazione della sede CRI, presso l’ex Scuola elementare di Via della Pace, dove già insiste il nucleo di Protezione Civile e che a breve, con la Polizia Locale, costituirà un polo di riferimento assistenziale e legale.  Alla presenza del sindaco Andrea Pascarelli e dell’assessore Luisa Trezza, nella calda mattinata autunnale,  tanti a plaudire ad un evento da tempo atteso, fortemente voluto dall’Amministrazione comunale, per incisivizzare il valore della solidarietà, nella tutela della salute pubblica.”Il Centro, dedicato a Teresa Filangieri Fieschi Ravaschieri, duchessa di Roccapiemonte-ha dichiarato la Trezza- apostola di solidarietà, nella sua elevata cultura, che la vide accanto agli ultimi. Non a caso l’ospedale Santobono partenopeo, al quale diede vita, dopo la prematura morte della figlia Nina.” “Roccapiemonte location di fulgide figure storiche, che hanno tenuto alto il valore della solidarietà- ha commentato il Primo Cittadino al taglio del nastro- e che pertanto costituiscono autorevoli referenti per le nuove generazioni. Dedicare il proprio tempo agli ultimi, lodevole, come acquisire competenze sanitarie, atte a porgere soccorso, nel momento del bisogno, a chi vive nell’infermità. O nella difficoltà ambientale, come mostra la Protezione Civile, sempre in prima linea, laddove calamità naturali ed eventi legati al dissesto idro-geologico, creano panico ed allerta civica.” “La neonata cellula, nella grande famiglia internazionale, guarderà alle altre con orgoglio, sapendo di poter far capo, in caso di bisogno, alla culla madre ginevrina- ha aggiunto il presidente provinciale CRI, Renato Del Mastro-. Un sentito grazie al responsabile del comitato locale dell’Agro, Alessandro Scutiero, che ha creduto fortemente in tale iniziativa. Una famiglia articolata in varie unità quella CRI, che vanta anche il corpo delle Infermiere Volontarie, crocerossine, distintesi nel tempo in momenti storici conflittuali, per le sorti dell’umanità. Accanto ai volontari dunque, anche le sorelle, angeli che porgono assistenza nelle corsie ospedaliere, sui luoghi di conflitto, insomma dovunque è a rischio l’incolumità sociale.” Dopo la benedizione, la dolcezza della megatorta con tanto di Croce Rossa sul naspro, ha congedato i numerosi intervenuti, dando appuntamento alla prima lezione martedì, presso il Centro Sociale, ai numerosi iscritti e consegnando anche a molti bambini che hanno preso parte al campus estivo, il meritato attestato.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.