Home » • Valle dell'Irno

Baronissi: tutto pronto per la Festa della Birra Artigianale

Inserito da on 17 agosto 2015 – 05:03No Comment

Si è svolta questa mattina la conferenza stampa della 18^ edizione della Festa della Birra Artigianale, che si terrà a Baronissi dal 20 al 24 agosto 2015. Tutte le sere stands gastronomici con degustazione di tante specialità tipiche, buona musica e fiumi di birra made in Campania. Dopo il successo delle scorse edizioni, a Baronissi torna l’attesissimo appuntamento con la Festa della Birra. Un imperdibile evento all’insegna di divertimento, gastronomia, musica, spettacoli e… fiumi di birra rigorosamente artigianale! La manifestazione, organizzata dall’associazione Il Punto, con il patrocinio morale del Comune di Baronissi, giunta ormai alla sua 18esima edizione, si svolgerà presso Largo dei Ferrovieri dal 20 al 24 agosto 2015. L’ingresso alla kermesse è gratuito e aperto a partecipanti di tutte le età. La dichiarazione in conferenza stampa di Antonio Aliberti, Presidente dell’Associazione “Il Punto”: “Con Alfonso Del Forno c’è stata una bella collaborazione e sinergia. È come se fosse un amico da sempre, mi ha dato una spinta forte a questa manifestazione. A 18 anni si diventa maggiorenni, la Festa della Birra di Baronissi a 18 anni cambia, diventa Festa della Birra Artigianale. Oggi – continua Aliberti – c’è molta richiesta di territorialità, avere 24 birre diverse, avere il meglio della musica campana e dei prodotti della Campania, ci fa capire che la direzione che questa festa vuole prendere, è un’opportunità, anche per i commercianti di Baronissi. L’Amministrazione comunale si è prodigata tantissimo per coinvolgere la città e i commercianti; abbiamo fatto varie riunioni con il qui presente Serafino De Salvo; spero che questo sia l’inizio di una collaborazione che verrà. Purtroppo queste persone non sono presenti, ma è solo perché siamo arrivati troppo sotto la manifestazione, ma abbiamo smussato gli angoli di alcune rivalità. In sostanza devo dire che abbiamo fatto un bel lavoro. La prima telefonata l’ho fatta a Giuseppe Schisano, è grazie a lui se questa festa ha un’identità; ci siamo caratterizzati in questo modo. Abbiamo cercato di dare una caratteristica: la birra artigianale; ce ne sono 24, una di questa è la “No-Strana” che è stata prodotta da tutti e 8 i birrifici partecipanti. Per quanto riguarda il food ci sarà Filippo Pepe, produttore di prodotti caseari tradizionali; ci saranno le olive del Vesuvio, i lupini della stessa zona vesuviana, il cacio impiccato, ‘o per e ‘o muss, le zeppole, il cuoppo di paranza e una novità buonissima quale la carne di bufala. Abbiamo cercato dunque di rifarci quanto più possibile ai prodotti della tradizione e del territorio. Avremo anche il bar di Luciano Bottiglieri di Baronissi, avremo “Movida in tour”, che provvederà all’animazione per i più piccoli e non solo. Per quanto riguarda le serate musicali – conclude il Presidente de “Il Punto” – abbiamo pensato un po’ a tutti: Skene’ di Sarno con musica folk; il venerdì avremo l’Orchestra Happy Family, musica napoletana e intrattenimento; sabato Alex Patente di Radio Bussola 24, un grande piacere in quanto Alex è stato un ragazzo che ha fatto il volontariato presso “Il Punto”; lunedì avremo “Un volto per fotomodella”, la cui finale sarà il 3 settembre ad Amalfi. Tutti i gruppi sono campani, alcuni anche della Valle dell’Irno, anche questi sono dunque dei “prodotti locali”. Non è il momento dei ringraziamenti, ma voglio ringraziare chi si sta prodigando per la manifestazione perché questa non è mai stata la festa dell’abbuffata di birra, ma è stato sempre e solo un momento per l’associazione che per 365 giorni all’anno si presta a tutti i cittadini. Questo è un momento per tutti i ragazzi dell’associazione per stare insieme. Presente alla conferenza stampa anche Serafino De Salvo, Assessore alle Attività Produttive del Comune di Baronissi: “Antonio ha lavorato tanto a questo progetto, l’Amministrazione è stata vicina ed è in totale sinergia con “Il Punto”. Nei giorni scorsi ci sono state polemiche e strumentalizzazioni visto che non c’era il Comune sui manifesti diffusi. L’Amministrazione ha abbracciato lo spirito di questa festa. Il nostro obiettivo futuro sarà quello di unire tutte le realtà eno-gastronomiche di Baronissi. Quest’anno non è andato a buon fine, ma abbiamo gettato un seme, che noi, come Amministrazione, continueremo far germogliare creando un cartello della buona ristorazione di Baronissi. Questo – prosegue De Salvo – è il punto di svolta che devono capire anche gli operatori commerciali, come entrare nei territori, come inserirsi nel mercato. La Festa della Birra Artigianale a Baronissi è stata la prima occasione per lanciare questo messaggio. Continuiamo la sinergia con “Il Punto”, contribuendo anche per l’allestimento della festa. Questa associazione è la storia di Baronissi e, dunque, deve essere la prima interprete del nostro territorio. La cosa importante è la valorizzazione delle specificità della nostra comunità, che è l’obiettivo principale che la Festa della Birra Artigianale di Baronissi si pone; per tale motivo questa svolta viene accolta con grande favore dall’Amministrazione comunale”.Tutte le sere saranno allestiti stands gastronomici con degustazione di tante specialità tipiche: cacio impiccato, olive del Vesuvio, formaggi e salumi della tradizione, zeppole antiche, “cuoppo” di frittura di paranza, tutta la filiera della carne di bufala, il tutto accompagnato da tanta buona musica e fiumi di birra made in Campania. Presente anche uno stand per i celiaci (sia per la birra che per tutta la ristorazione), con prodotti senza glutine. Presente alla conferenza stampa anche lo chef e co-conduttore televisivo, Francesco Fichera: “Ho il piacere di essere un esterno in una grande festa. Cercherò di farvi gustare le delizie del vostro territorio, prima di tutto la carne di bufala. Il principio in queste feste è quello di riscoprire e valorizzare le eccellenze del territorio. La carne di bufala la assaggeremo sia in hamburger che in salsiccia, ma avremo anche lo stinco, due tipi di würstel, uno al panino, l’altro al piatto. La Festa della Birra Artigianale – prosegue Fichera – darà dignità a questa fantastica carne e permetterà di avvicinarsi alla carne di bufala che è anche una carne salutare, con molto ferro, con omega3, e dunque caratteristiche benefiche. In questo periodo in cui la carne è demonizzata, valorizzare questo prodotto, come una vera e propria eccellenza campana, risulta positivo per l’intero territorio”. La conferenza stampa è poi proseguita con l’intervento di Alfonso Del Forno, coordinatore regionale UnionBirra, beer taster, Presidente NonSoloGlutine Onlus Salerno: “Tengo a sottolineare come organizzeremo laboratori di degustazioni, durante tutti i 5 giorni della festa, fornendo un approccio consapevole alla birra artigianale, ma tutto senza la puzza sotto il naso. La birra tiene insieme la persone, senza alcune tipologia di differenza, è il prodotto enogastronomico, insieme alla pizza, più socializzante. Io sono presidente – continua Del Forno – anche di NonSoloGlutine Onlus, con sede a Salerno, che si occupa di questo tipo di gastronomia. Sarà infatti presente uno stand per celiaci prodotti senza glutine, con alimenti naturalmente privi di glutine; lo stand sarà a cura del ristorante PizzArt di Battipaglia. Uno spazio sarà destinato anche a una selezione di birre senza glutine, che ho curato personalmente. Dunque, tutti potranno venire a questa manifestazione, senza restrizioni”.La tradizione, che da sempre ha motivato l’organizzazione e la riuscita di questo evento, quest’anno si sposerà con tante interessanti novità. Infatti, grazie a un contest fotografico, tre fortunati avranno la possibilità di degustare gratuitamente alcune specialità del menù. Infine è intervenuto Giuseppe Schisano, presidente Associazione Birra della Campania: “Voglio iniziare ringraziando il presidente Aliberti; la passione è il grande fattore che ci accomuna. È bastata una telefonata per metterci d’accordo, questi sono gli ingredienti per la realizzazione di una cosa di successo. L’Associazione Birra della Campania ha come scopo la valorizzazione della birra artigianale, specie partendo dai prodotti dalla nostra terra: malto, lievito, orzo. Ci adoperiamo – continua Schisano – anche per la diffusione della cultura della birra artigianale della Campania, infatti siamo apprezzati fuori, ma non a casa nostra. Vogliamo emergere e valorizzare il nostro territorio: la possibilità d’incontrare tanta gente a questa Festa, può esserne un’occasione. Per questo abbiamo preparato la “No-Strana” con orzo 100% di Serro Croce, la prima birra fatta dagli 8 birrifici artigianali della Campania. La birra artigianale ha una complessità che può essere considerata alla pari del vino e accompagnare vari piatti. Noi ce la metteremo tutta e sono sicuro che nel tempo questa manifestazione continuerà e farà parlare di sé”.

Giovedì 20 agosto: Si ballerà a ritmo di musica popolare con il gruppo Skenè.

Venerdì 21 agosto: Musica napoletana, italiana e internazionale con l’Orchestra Happy Family.

Sabato 22 agosto: Alex Patente da Radio Bussola 24.

Domenica 23 agosto: Serata dedicata alle canzoni dei Nomadi grazie alla cover band Quilisma.

La serata di lunedì 24 agosto sarà invece dedicata a “MISS UN VOLTO PER FOTOMODELLA”, concorso di bellezza che farà tappa a Baronissi proprio in occasione della Festa della Birra Artigianale.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.