Home » > EDITORIALE

Contrazione demografica, no alla cultura dello scarto!

Inserito da on 7 agosto 2015 – 00:00No Comment

di Rita Occidente Lupo

Il calo delle nascite in Italia,  anche  straniero, si unisce alla contrazione dei decessi. Mentre s’eleva la soglia della longevità: per gli uomini, intorno agli 80 e per le donne, un lustro in più. L’età media della popolazione ha raggiunto i 44,4 anni. La contrazione demografica vale per gli autoctoni, che sembrano quasi stranieri in casa propria, alla luce dei costanti flussi immigratori. E se la carenza lavorativa crea un vero e proprio esodo italiano, per gli stranieri ancora lo Stivale un Paese in cui riescono a sistemarsi socialmente ed economicamente, adeguandosi alla crisi imperante, nel controllare la propria proliferazione. Il rischio di avere una popolazione sempre più senescente e pertanto da scartare, notevole. Contro tale cultura del rifiuto, Papa Francesco invita le nuove generazioni a non lasciarsi governare: l’anziano, detentore di saggezza e di sostegno, ha comunque le sue fragilità, che gli acuiscono il peso degli anni e la solitudine del tempo. A lui, Bergoglio, sostiene di dover drizzare attenzioni caritatevoli, non patinate di pietismo, bensì atti autentici di amore accogliente.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.