Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Eboli: presentazione piano gestione dune ed oasi lungoSele

Inserito da on 18 aprile 2015 – 03:06No Comment

Sono le affascinanti dune, la pineta, la spiaggia, il verde rigoglioso sull’acqua, gli elementi di base  – con dati e ricerche – del Piano di Gestione delle Fasce litoranee destra e sinistra del fiume Sele, che sarà presentato mercoledì 22 aprile alle 10,30, presso la “Casina Rossa” di Eboli, Sede Operativa dell’Ente Riserve Regionali, in località Campolongo. Il Piano, realizzato dalla Regione Campania e dall’Ente Riserve Naturali Foce Sele Tanagro e Monti Eremita Marzano, con fondi Comunitari, è stato coordinato dall’architetto Maria Gabriella Alfano, Presidente dell’Ente. I saluti saranno di Vincenza Filippi, Commissario Straordinario del Comune di Eboli; Italo Voza, Sindaco del Comune di Capaccio; Antonetta Lettieri, Presidente della Comunità dell’Ente Riserve. Introdurrà la Presidente Maria Gabriella Alfano. Le relazioni previste sono di Rodolfo Sabelli dell’Ufficio Pianificazione del Comune di Capaccio; Lucia Rossi e Dina Boccone dell’Ufficio Pianificazione del Comune di Eboli; Marcello Mezzasalma, Consulente Naturalista; Domenico Serlenga, Consulente Agronomo Forestale. Le conclusioni sono affidate a Giovanni Romano, Assessore all’Ambiente della Regione Campania. Il sito oggetto del Piano coincide con un’area di interesse Comunitario inserito nella Rete Europea “Natura 2000”. L’area è la stessa su cui esiste un progetto della Regione per il ripascimento del litorale, già duramente avversato sia dagli ambientalisti che dallo stesso Ente Riserve, che con un costo minimo per le consulenze, si è fatto carico del Piano di Gestione. E’ stato così realizzato un quadro aggiornato e integrato degli elementi del territorio, partendo dalla valutazione dello status di conservazione di specie ed habitat, dall’analisi degli elementi di pressione e minaccia, che ha consentito di definire obiettivi e strategie di gestione, misure regolamentari, amministrative e contrattuali, e interventi di gestione attiva.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.