Home » Senza categoria

Roma: Lipu contraria accorpamento Forestale

Inserito da on 14 aprile 2015 – 07:50No Comment

Un corpo specializzato che va difeso e rafforzato, con le sue competenze uniche in materia di ambiente, di agroalimentare e di difesa della fauna selvatica. E’ l’appello fatto proprio dalla Lipu-BirdLife Italia che con Fondazione Univerde e il Gruppo Misto del Senato ha organizzato questa mattina una conferenza stampa al Senato per lanciare un appello ai parlamentari affinchè respingano l’ipotesi prevista dalla legge delega di accorpare il Cfs ad altra forza di polizia, decidendone di fatto lo scioglimento. “In questo momento indebolire il Corpo forestale dello Stato con un suo eventuale accorpamento nella Polizia di stato favorirà il rifiorire di illegalità e disastri ambientali  – commenta laconico Fulvio Mamone Capria, presidente della Lipu-Birdlife Italia a margine della conferenza stampa tenuta stamattina al Senato – In questi giorni partirà il progetto Adorno dove forestali e volontari della Lipu e di altre sigle contrasteranno lì abbattimento sullo Stretto di Messina a rapaci e cicogne. Chi lo farà l’anno prossimo? “In questi ultimi trent’anni con i nuclei specializzati del Cfs – il Nirda per il tutelare i diritti degli animali, il Noa per l’antibracconaggio, il Niab per la lotta ai piromani – è stato garantito un servizio di eccellenza e professionalità unico in Europa. Green Hill, Terra dei Fuochi, operazione Pettirosso e Adorno, sono solo alcuni dei casi risolti dall’intelligence degli appartenenti al Corpo. Inchieste di altissimo livello che hanno fatto luce su maltrattamenti, traffici illeciti e reati a danno di cittadini e animali. Crediamo – continua Mamone Capria – che l’unicità del Corpo forestale dello Stato debba essere sostenuta e potenziata con l’inserimento di polizie provinciali e dei corpi forestali di Regioni e province autonome.” Alla conferenza stampa, oltre al presidente Lipu, sono intervenuti il presidente del Gruppo Misto Sel al Senato Loredana De Petris, il presidente di Fondazione UniVerde Alfonso Pecoraro Scanio, il Comandante del Cfs Campania Sergio Costa, il Comandante del Cfs Toscana Giuseppe Vadalà, il vicepresidente di Slow Food Italia Francesca Rocchi e il senatore Francesco Campanella (Gruppo Misto).

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.