Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Battipaglia: Civicamente “Biblioteca Comunale, cataloghiamola e integriamola nel circuito nazionale”

Inserito da on 11 aprile 2015 – 02:50No Comment

 L’associazione Civica Mente propone al comune di Battipaglia di collaborare con le associazioni no-profit del territorio per la realizzazione di una nuova catalogazione della biblioteca comunale. Una buona biblioteca, come struttura permanente, deve fondare le proprie basi su di un’efficiente ed efficace catalogazione, senza dimenticare però che i tempi si evolvono e che i metodi, le tecniche e i supporti progrediscono. L’Italia, per un migliore avvicinamento ai modelli internazionali, ha deciso di adottare i codici ISBD (International Standard Bibliographic Description), modelli standard ma non normativi ed esaustivi. Tali criteri sono utilizzati nella maggior parte dei cataloghi di biblioteca. Ecco allora che nasce la necessità di revisionare e rinnovare la catalogazione tradizionale per rendere più facilmente fruibili e con criteri universalmente riconosciuti i dati di ogni biblioteca. Grazie alle nuove tecnologie, libri ed informazioni potranno essere ricercati su database di libri. Il Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN), promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, coordinato dall’Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche (ICCU), con la cooperazione delle Regioni e delle Università, mira a connettere tra loro, come una rete a maglie fitte, le biblioteche statali e degli enti locali, le università e le biblioteche private. “La proposta di aggiornare il catalogo della Biblioteca comunale di Battipaglia, per permettere al pubblico una maggior facilità di consultazione e una visione a tutto tondo del patrimonio della biblioteca, rappresenta non solo un’opportunità per il Comune nella realizzazione di progetti di utilità sociale sui temi del sostegno socio-educativo o della promozione culturale, della difesa e conservazione del territorio e dei beni pubblici – sostiene Valentina Acanfora, componente di Civica Mente – ma offre anche un’opportunità per una nuova tipologia di biblioteca, che sia al passo con i tempi, una biblioteca capace di offrire ai cittadini l’utilizzo e il godimento del proprio patrimonio bibliografico, mirando altresì al rilancio di un servizio quale punto di riferimento per la fruizione della cultura e della storia del territorio. Con una catalogazione non aggiornata risulterebbe inimmaginabile fornire dei servizi all’utente che sarebbe così costretto a spostarsi in altre città per ottenere le informazioni richieste”. Digitalizzare i cataloghi cartacei è un lavoro che richiede molto tempo e più persone. Questa iniziativa potrebbe rientrare nell’ambito del progetto #diamociunamano, ossia tutti coloro che svolgeranno un’attività di volontariato in favore della propria comunità fruiranno della copertura assicurativa Inail a carico di un fondo istituito presso il Ministero del Lavoro. Il patrimonio culturale e antropologico del territorio verrebbe messo in risalto e ne risulterebbe un buon biglietto da visita per il rinascimento di Battipaglia.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.