Home » • Agro Nocerino Sarnese, Cava e Costiera

Nocera Inferiore: rassegna teatrale “L’Essere & L’Umano”

Inserito da on 8 aprile 2015 – 04:24No Comment

Partirà domenica 12 aprile, dal teatro comunale “Diana” di Nocera Inferiore, la rassegna teatrale “L’Essere & L’Umano”, organizzata dall’associazione “Artenauta Teatro” con la collaborazione dell’amministrazione comunale di Nocera Inferiore e dell’associazione “Noceraracconta”. Quattro gli spettacoli in cartellone che avranno come padrino d’eccezione Roberto Latini, premio Ubu 2014 come miglior attore, che inaugurerà il ciclo di appuntamenti teatrali nocerini portando in scena, nell’unica data prevista in Campania, la sua originalissima e apprezzatissima versione de “I Giganti della Montagna” di Luigi Pirandello. La rassegna “L’Essere & L’Umano” nasce da un’idea di Simona Tortora, direttore artistico dell’evento nonché presidente dell’associazione “Artenauta Teatro”, che così ne spiega l’essenza: “Due parole che costituiscono la parte più vera di noi stessi, stratificata in dubbi e opposizioni. Di quanta forza e fragilità siamo fatti? Di quanto coraggio e paure siamo composti? Di quanta bellezza e orrore siamo capaci? Di quanto amore e odio? Attraversiamo la vita con incedere malsicuro fissi ad un orizzonte troppo lontano per potervi distinguere anche solo il profilo delle risposte a domande di tale portata. Per buona sorte, a soddisfare la sete di conoscenza dell’umano subentra la taumaturgica virtù delle arti, tra le quali ve n’è una che assume su di sé l’onere della rivelazione: l’arte teatrale per la quale corpo e parola s’adoprano uniti. Il primo – presenza fisica in uno spazio rappresentativo (il teatro o altrove) – pone la sua espressività  al servizio dell’essere, della sua natura e della sua socialità. La seconda, si rafforza grazie alla valenza simbolica che acquisisce in un contesto dove il suo ruolo è quello di rifare la vita, mediante la vis poetica, proponendo, contro la mera finzione scenica, un altro reale, dove le risposte alle domande del nostro incipit prendono forma, secondo il dettato dei classici, da Aristotele a Mejerchol’d. La rassegna programmata  offre quattro variazioni intorno ai motivi ora accennati”.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.