Home » Sport

Una spenta Salernitana perde in casa col Matera e si fa raggiungere dal Benevento

Inserito da on 17 marzo 2015 – 00:01No Comment

Maurizio Grillo

Il Matera sbanca Salerno all’ultimo secondo con un gol di Diop. Menichini cambia qualcosa negli interpreti: Tuia e Bocchetti rilevano in difesa Trevisan e Franco, mentre Calil stringe  dentri e gioca dal primo minuto con Nalini ai lati di Negro almeno inizialmente. Auteri si affida al tridente formato da Carretta, Letizia e Albadoro nel 3-4-3 di ordinanza. Prima della gara è stato ricordato in sala stampa Zaccaria Tartarone, penna del giornalismo salernitano, scomparso in settimana. Minuto di raccoglimento per Luca Colosimo, arbitro della Lega Pro, morto tragicamente in un incididente stradale. La Salernitana attacca nel primo tempo sotto la Curva Sud. Dopo un tiro velleitario di Moro che termina di gran lunga a lato, il Matera guadagna il primo corner della gara con Carretta che elude il fuorigioco della difesa e viene chiuso in uscita da Gori all’altezza della bandierina. La Salernitana risponde con Calil che al minuto 8 si avventa su una corta respinta della difesa e calcia a rete, costringendo Bifulco alla smanacciata in corner. Gli attaccanti granata si interscambiano spesso. La gara si trascina stancamente fino al 22’ quando il Matera sfiora il vantaggio: Carretta cerca il jolly dai 30 metri e Gori devia in corner la conclusione destinata ad insaccarsi all’incrocio. Al 25’ Negro non arriva puntuale all’appuntamento con il gol sul cross dalla destra di Nalini. I granata segnano al minuto 34 con Bocchetti, ma l’arbitro annulla per evidente fuorigioco. Al 42’ Pestrin tira dal limite e spedisce a lato. Brivido in area di rigore granata al minuto 44 con Mucciante che, sugli sviluppi di corner dubbio, manda alto da pochi passi. Il primo tempo termina a reti bianche. Ad inizio ripresa Mendicino sostituisce Calil. Al 4’ D’Aiello stende Pestrin dopo che il capitano granata vince tre rimpalli e riceve il giallo. Al 7’ Diop rileva Albadoro. Mucciante atterra Colombo al limite e viene ammonito: Nalini si incarica dell’esecuzione, ma tira in modo fiacco. Al 15’ Colombo commette fallo da dietro ai danni di Diop lanciato a rete e viene ammonito: salterà la gara di Catanzaro per squalifica. Trevisan entra al suo posto poco dopo. Coletti calcia dal limite e costringe Gori alla parata bassa. Al 24’ Pagliarini sostituisce Letizia. Mendicino non arriva puntuale sul cross dalla destra di Negro. Moro calcia da fuori area, ma la sfera termina a lato. La Salernitana non riesce a sfondare. Al 38’ Franco entra per Favasuli. Un minuto dopo Negro calcia dal limite e il tiro finisce in corner dopo la deviazione. Al 49′ accade l’imponderabile: Diop irrompe di testa e batte Gori imparabilmente all’ultimo secondo

SALERNITANA – MATERA 0-1

SALERNITANA (4-3-3): Gori; Colombo (16’st Trevisan), Lanzaro, Tuia, Bocchetti; Moro, Pestrin, Favasuli (38’st Franco); Nalini, Negro, Calil (1’st Mendicino). A disp.: Russo S., Bovo, Tagliavacche, Cristea. All.: Menichini.

MATERA (3-4-3): Bifulco; D’Aiello, De Franco, Mucciante; Ferretti, Coletti, Iannini, Mazzarani; Carretta (45’st Faisca), Letizia (24’st Pagliarini), Albadoro (7’st Diop). A disp.: Russo G., Ashong, Bernardi, Flores. All.: Auteri.

ARBITRO: Guccini di Albano Laziale.

RETI: 49′ st Diop

AMMONITI: Mazzarani (M), D’Aiello (M), Mucciante (M), Colombo (S), Favasuli (S).

ESPULSI: nessuno.

NOTE: serata variabile, terreno in buone condizioni. Angoli: 2-6. Recuperi: 0’pt, 4’st. Spettatori: 12572 compresi gli abbonati per un incasso non comunicato.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.