Home » • Agro Nocerino Sarnese, Cava e Costiera

Vietri sul Mare: regionali, Maraio apre tour elettorale tra bagno di folla

Inserito da on 7 marzo 2015 – 04:40No Comment

Bagno di folla per l’inaugurazione della campagna elettorale di Enzo Maraio, candidato al Consiglio regionale per il Psi con Vincenzo De Luca presidente che ieri sera, davanti ad una sala gremita nello splendido Lloyd’s Baia Hotel, ha illustrato i temi della campagna elettorale, partendo proprio dalla nascita della campagna stessa. “#unodivoi- ha detto- rappresenta il mio modo di intendere l’impegno politico. Al centro ci siete voi, la vostra stima, il vostro affetto. Dietro ci sono io, con il mio impegno a fare sempre di più e sempre meglio. Con voi inizia la mia campagna elettorale, un viaggio tra i territori, le persone, le imprese e le risorse della nostra incredibile terra”. Turismo, innovazione e partecipazione sono le tre macro- aree sulle quali il candidato intende aprire “un dibattito serio e condiviso con chi vive i problemi e le difficoltà di questa terra”. “Parto dalla Costa d’Amalfi, ed in particolare da Vietri sul mare- ha spiegato Maraio- perché quest’area è fortemente simbolica per il turismo regionale pur non avendo avuto, in questi anni, la giusta attenzione da parte della Regione Campania. Destagionalizzazione turistica, fiscalità di vantaggio e adeguata programmazione sono solo tre dei tanti strumenti che possono essere applicati per conseguire miglioramenti importanti. Voglio anche sottolineare di non aver mai avuto il piacere di essere invitato dalla Regione in qualità di amministratore locale ad avere un confronto sui temi di mia competenza, così importanti per il territorio”.

“Veniamo alla partecipazione- ha proseguito- un modello improntato alla trasparenza ed al confronto che mi permette di essere realmente vicino alle esigenze degli operatori economici e dei semplici cittadini. Un modo di lavorare che ha contraddistinto il mio impegno, durato nove anni, nell’amministrazione De Luca, e che mi ha consentito di stringere rapporti, anche personali, nei quali ho cercato di dare risposte concrete, di collaborare realmente con chi mi ha posto dei quesiti, arrivando anche a risultati soddisfacenti”.

“Infine- ha concluso, relativamente all’illustrazione dei temi della campagna elettorale- c’è l’innovazione, ovvero la necessità di applicare delle metodologie diverse alla politica, quella di far incontrare il pubblico ed il privato per riuscire a creare sviluppo e quindi ricchezza. Ci sono regioni che ormai da anni hanno una regolamentazione precisa e stringente, che consente loro di valorizzare il prodotto interno. La strada potrebbe essere preservare il know how che possediamo legandolo a politiche di difesa dei prodotti locali e delle nostre aziende facendo in modo che nei piani delle industrie, ma anche nel terziario, si possa prediligere la scelta delle nostre eccellenze. In questo senso è necessario sfruttare anche i fondi europei per adeguare strutture e cicli produttivi”. Immancabile una battuta di commento allo scenario politico delineatosi in seguito alle primarie: “Prima di salutarvi- ha commentato Maraio- e di ringraziare le persone che hanno preso parte alla prima tappa di questo viaggio, mi preme fare un’ultima sottolineatura: la candidatura di Vincenzo De Luca alla presidenza della Regione Campania rappresenta una grossa garanzia per il territorio, incarna un modello di efficienza, celerità e decisionismo di cui in un momento storico così complesso, abbiamo veramente bisogno. Sono fiero ed orgoglioso di poter dare il mio contributo ad una battaglia di innovazione e crescita”. Interessanti anche gli interventi di Maria Marinelli, imprenditrice ed operatrice turistica ed Alfonso Gaeta, giovane commercialista. Questi gli spunti lanciati dai due ospiti della serata. “Ci sono strumenti che potrebbero venire incontro al nostro tessuto professionale ed economico.- ha detto Gaeta- In primo luogo l’istituzione di zone franche urbane contraddistinte da programmi governativi di totale defiscalizzazione per aiutare gli operatori economici in zone infracomunali. Sarebbe poi opportuno venire incontro ai giovani attraverso l’attivazione di protocolli d’intesa tra Regione Campania, amministrazioni locali e operatori economici allo scopo di promuovere stage professionalizzanti che mirino al reale inserimento lavorativo”. “Ho iniziato il mio percorso di operatrice turistica qui a Salerno cinque anni fa- ha invece raccontato la Marinelli- e devo ammettere che molto di quanto siamo riusciti a fare lo dobbiamo ad un’amministrazione comunale, ed in particolare all’assessorato al turismo retto da Enzo Maraio, sempre disponibile all’ascolto ed alla collaborazione. L’auspicio è che questo modello possa contraddistinguere anche la prossima amministrazione regionale perché, soprattutto per il settore turistico, c’è bisogno di fare rete per sfruttare al meglio le potenzialità che abbiamo”.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.