Home » Cronaca

Baronissi: Archeologando intour

Inserito da on 7 marzo 2015 – 05:00No Comment

Anna Maria Noia

L’8 marzo dalle 10.30 alle 13 per ogni mezz’ora i membri ed alacri soci di “Archeologando intour” ripropongono agli appassionati di antichità e storia romana percorsi guidati (gratuiti) tra i ruderi della domus ubicata nella frazione Sava. La feconda realtà culturale baroniense – attiva da due anni nel comprensorio – perpetua così il consolidato appuntamento de “Le domeniche in villa”, grazie alla presenza di guide del calibro di Annarosa Pisano – la presidente – e Niki Pastore. Oltre ad illustrare le bellezze della struttura di età repubblicana, in occasione della ricorrenza della giornata dedicata alla donna le visitatrici rappresentanti del gentil sesso riceveranno in omaggio un dolce pensiero. In loco una erborista. È da apprezzare l’impegno profuso da “Archeologando intour” sia per quanto riguarda la villa ma anche per altri beni. A Sava il sodalizio garantisce il rilancio e finanche la pulizia del sito. Accanto a “Le domeniche in villa “, “Archeologando” si occupa anche degli eventi organizzati al Fondo regionale di Arte contemporanea – meglio noto come Frac – al convento di Baronissi. Proprio stasera e domani l’associazione si unisce ad altre realtà per offrire al pubblico una esposizione che verrà presentata dal responsabile principale del museo: lo storico dell’arte Massimo Bignardi. “Un giorno tra tanti” è la denominazione dell’happening, una kermesse dedicata alla figura muliebre. La donna è vittima di tanti tipi di violenze, fisiche e psicologiche, che ne mortificano e marginalizzano l’immagine. Si tratta di dipinti, una scultura e installazioni video da osservare dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 22 nella due giorni. Alle 20.30 dell’8 marzo si terrà anche un reading di una poetessa siriana: Maram Al Massri, 53 enne che declamera’ alcune liriche. L’intervento è patrocinato dalla “Casa della poesia”, ancora e sempre a Baronissi. Prossimamente “Archeologando intour” promuoverà nuove iniziative socioculturali come le passeggiate urbane a zonzo per Baronissi e “Voci narranti” con la partecipazione della drammaturga salernitana Angela D’Onofrio. Sarà proprio un bel programma, che coinvolgerà non solo i residenti ma anche tanti curiosi provenienti da zone limitrofe. Plausi e meriti dunque ad Annarosa Pisano e ai suoi.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.