Home » Sport

Poggiomarino: Arsenal Salerno-pro Terzigno 2 a 0

Inserito da on 14 febbraio 2015 – 00:00No Comment

Finisce due a zero la sfida tra Pro Terzigno e Arsenal Salerno, tra polemiche e critiche aspre nei confronti dell’arbitro Vitale, resosi co-autore di due espulsioni (di cui una molto dubbia) e ben nove ammonizioni. In campo al primo minuto di gioco sono gli ospiti che si rendono subito pericolosi con Gioia che calcia di destro di poco fuori. Al quinto però i padroni di casa passano in vantaggio, grazie ad un errore di rinvio di Petrelli che serve gli avversari di poco oltre il cerchio del centrocampo, la palla finisce poco dopo tra i piedi di De Carlo che in area non sbaglia e spiazza il numero uno dei gunners, che non può nulla: 1 a 0. Al 13′ è ancora il Pro Terzigno che ci prova con La Cerra, autore di un colpo di testa, ma la sfera si perde di poco a lato. Al 18′ Gorga riceve una bella palla da parte di Gioia, che precedentemente riesce a liberarsi di due avversari, ma il centrocampista picentino spedisce per pochi centimetri la sfera sulla traversa. Al 38′ padroni di casa ancora pericolosi con La Cerra che colpisce di testa una palla avvelenata che si stampa sul palo della porta avversaria. Al 43′ l’Arsenal si sveglia e si propone di nuovo in avanti e infatti ancora Gioia a creare un’azione pericolosa, ma Ingenito compie un autentico miracolo, distendendosi su un bolide angolato di “Pugno”, che Somma non riesce a ribadire sulla corta respinta dell’estremo difensore. Nella ripresa mister Pinto lancia in campo Brigantino al posto di Gioia ed al 2′ minuto è proprio quest’ultimo che manda il pallone fuori di pochissimo. Al 7′ inizia lo show dell’arbitro Vitale, che ammonisce Capezzuto per proteste, poi al 15′ è il turno di Garaffa e al 23′ quello di Iacoletti sempre per presunte proteste. Intanto al 24′ è Saggese che ci prova ma senza fortuna. Due minuti dopo l’Arsenal resta in dieci per fallo di mano di Capezzuto, ma non finisce qui, infatti al 27′ Iacoletti viene espulso dopo aver subito un fallo da un avversario, ma l’arbitro ritiene colpevole il numero 8 dei rossoblu e lo espelle: Arsenal in 9 e partita praticamente finita per i gunners. Nonostante l’inferiorità numerica la squadra di Pinto cerca ancora di raddrizzare la partita, ma al 33′ ancora De Carlo, chiude definitivamente le speranze per i salernitani, siglando la sua personale doppietta: 2 a 0. Finisce dunque una gara brutta macchiata da un arbitraggio quantomeno dubbio con l’Arsenal Salerno che dovrà subito dimenticare questa pessima giornata e rimboccarsi le maniche per la prossima partita.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.