Home » >> Politica

Roma: Governo, Scilipoti mozione “Stop a Schengen e sermoni in arabo”

Inserito da on 10 gennaio 2015 – 07:58No Comment
Il Senatore di Forza Italia Domenico Scilipoti Isgrò ha presentato una mozione parlamentare che impegna il Governo a rivedere in senso restrittivo le norme sulla libera circolazione stipulate con la convenzione di Schengen, a varare norme che favoriscano controlli più rigorosi alle frontiere e ad adottare norme che impongano di usare la lingua italiana nei luoghi di culto islamici. La Mozione, inoltre, prevede la reintroduzione del reato di immigrazione clandestina, l’obbligo di rendere pubbliche le fonti di finanziamento per il mantenimento delle moschee e la possibilità di oscurare i siti web che inneggino alla violenza. “Quanto è accaduto a Parigi – spiega Scilipoti – deve indurre il nostro Paese ad adottare provvedimenti che ci mettano al riparo dalla violenza del fondamentalismo islamico. Sia chiaro, siamo convinti che la stragrande maggioranza di chi si professa musulmano sia tollerante e ambisca ad una convivenza pacifica. Tuttavia, in alcuni casi i fenomeni di intolleranza si sviluppano e trovano tutela in luoghi di culto che all’apparenza appaiono innocui. Da qui l’esigenza di introdurre controlli ai quali – ne sono certo – saranno favorevoli in primis i musulmani veri, quelli che abiurano ogni forma di violenza.” “Necessaria, inoltre,– aggiunge il Parlamentare di Forza Italia – una revisione del trattato di Schengen, almeno per il tempo necessario a organizzare una risposta alla minaccia del terrorismo, meglio se corale e coordinata dalle istituzioni europee. Non vanno sottovalutate neanche le minacce insite nei flussi migratori che interessano il nostro Paese. E’ giunto il momento anche di prendere atto che abolire il reato di immigrazione clandestina è stato un vero e proprio errore”, chiude Scilipoti Isgrò.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.