Home » Sport

Carpedil orgogliosa, ma a Castel S. Pietro vince capolista: “Avremmo meritato di più”

Inserito da on 4 gennaio 2015 – 00:00No Comment

Rimaneggiata per le assenze delle infortunate Valerio, Manfrè e Carcaterra, ma tanto volenterosa e a tratti meglio della capolista Magika Alfagomma Castel San Pietro. Anche ieri sera, però, nella prima gara del 2015, la Carpedil Salerno Basket ’92 è uscita sconfitta 47-39 dal confronto valevole per la quinta giornata di ritorno del campionato di A2 femminile. Le granatine restano ultime, ma al palasport Ferrari hanno messo paura alla prima della classe padroni di casa. Partenza a razzo delle ospiti di coach Blanco che hanno chiuso avanti di sei punti il primo quarto (9-15), con le felsinee che hanno rosicchiato tre punti all’intervallo lungo (21-24). In evidenza capitan Ardito e la giovane De Mitri, entrambe in doppia cifra a fine partita. Terzo quarto bloccato, percentuali di canestri basse e difese piuttosto reattive. Castel San Pietro mette la freccia alla mezzora (33-30) ma Salerno resta a contatto, pagando però un po’ di stanchezza e lucidità nell’ultimo periodo, quando Franceschelli, Matic e Vespignani siglano canestri importanti e vanno sul +10 a cinque minuti dalla sirena. La Carpedil non riesce a rimontare, finirà 47-39 ma con tante indicazioni che lasciano ben sperare per il futuro.“Peccato, avremmo meritato di più – esordisce capitan Ardito dopo la gara – Abbiamo dimostrato di essere migliorate tanto, riscattando alcune prestazioni deludenti con cui avevamo salutato il 2014. Lo ribadiamo ogni volta: siamo una squadra giovanissima, ma con tanto cuore. Ne abbiamo messo molto anche contro la capolista (22 punti contro i 2 delle salernitane, ndr). È un’altra occasione per prendere coscienza delle nostre potenzialità in vista delle partite importanti per la salvezza che si disputeranno nel post season”. Intanto c’è da registrare un nuovo “ingaggio”. Da assistente allenatrice, Sara Braida (’82) indossa nuovamente i panni della giocatrice: ieri l’esordio, potrà dare un importante contributo in termini di esperienza. La guardia friulana aveva iniziato la stagione tra le file dell’Eurotraffic Ruggi in Serie B, mantenendosi dunque sempre in condizione, ma fino allo scorso anno aveva indossato la casacca della Sport’s School Pesaro in A3. In precedenza esperienze anche a Sulmona, Porto Sant’Elpidio e Orvieto. Braida continuerà ad essere assistente in pectore di coach Blanco.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.