Home » Sicurezza

Campania: Sappe, poliziotto aggredito da detenuto a Santa Maria Capua Vetere

Inserito da on 31 dicembre 2014 – 07:20No Comment

Il 2014 si chiude, in un carcere italiano, con la notizia dell’ennesima aggressione di un detenuto ad un appartenente alla Polizia Penitenziaria. E’ avvenuto ieri, a S. Maria Capua Vetere, e il SAPPE torna a chiedere al Ministro della Giustizia Andrea Orlando ed al nuovo Capo dell’Amministrazione Penitenziaria Santi Consolo di dotare in via sperimentale anche le donne e gli uomini del Corpo di Polizia Penitenziaria, in analogia a quanto avviene per Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri, dello spray anti aggressione.“Ieri mattina, un Sovrintendente è stato aggredito da un detenuto ad Alta Sicurezza del carcere di S. Maria Capua Vetere, dopo il controllo detenuti del Reparto Tevere”, precisa il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, il primo e più rappresentativo della Categoria, per voce del leader Donato Capece. “Decine sono stati gli episodi di ferimenti e colluttazioni nel carcere campano in questi ultimi mesi, e molte centinaia sono, purtroppo,  gli eventi critici analoghi accaduti nelle carceri italiane in questi dodici mesi del 2014. E il numero delle aggressioni ai Baschi Azzurri, che prestano servizio nelle sezioni detentive e in carcere assolutamente disarmati e senza alcuna forma di difesa personale, è costante, se non in crescita nell’ultimo periodo. I gravi fatti accaduti ieri e nello scorse settimane proprio a S. Maria lo confermano drammaticamente”. Da qui la richiesta del primo Sindacato della Polizia Penitenziaria al Guardasigilli Orlando: “Sono anni che sollecitiamo di dotare le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria di strumenti di tutela efficaci, come può essere proprio lo spray anti aggressione recentemente assegnato – in fase sperimentale – a Polizia di Stato e Carabinieri. Mi auguro che il Ministro della Giustizia Andrea Orlando e il nuovo Capo DAP Santi Consolo valutino positivamente questa nostra proposta e, quindi, assumano i provvedimenti conseguenti”, conclude il segretario generale SAPPE Capece.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.