Home » Senza categoria

Salento: Peppe Barra chiude “Agorà Contemporanea, festival identità culturali”

Inserito da on 9 dicembre 2014 – 00:22No Comment

Si terrà venerdì 12 dicembre alle ore 20.30 nella Chiesa di Santa Barbara di Salento in provincia di Salerno, “Natalizia” lo spettacolo diretto e interpretato da Peppe Barra e tratto dalla tradizionale Cantata dei Pastori, scritta alla fine del 1600 dal drammaturgo  Andrea Perrucci. A Salento, in pieno clima natalizio, nell’accogliente atmosfera della Chiesa di Santa Barbara, tra arte, musica, teatro, riti e fede, Peppe Barra, attingendo ai temi della tradizione orale, interpreta canti e testi del ’600 e ’700 in chiave contemporanea dando vita ai personaggi principali del presepe napoletano in un abbraccio artistico tra la grandezza degli autori della tradizione, da Raffaele Viviani e Salvatore Di Giacomo, ed il presente, con l’innesto di autori, interpreti e compositori contemporanei come Roberto De Simone, Patrizio Trampetti, Paolo del Vecchio e Luca Urciuolo. Natalizia, diretto e interpretato da Peppe Barra, trae spunto dalla tradizionaleCantata dei Pastori, di Andrea Perrucci un classico del teatro religioso tardo seicentesco, e propone una rilettura dell’opera originale per rinnovare le tradizioni legate al Natale attraverso l’estro dissacratorio di Peppe Barra. Musiche canti e racconti per rappresentare sulla scena l’incanto del verbo umanato, il trionfo del Bene sul Male con la nascita del Redentore. Natalizia è uno spettacolo che racconta con le parole, i testi, con gli occhi e con le mani, con la musica, di una Città e in senso lato di Regione, che, nel concetto in Sé del Natale e della Vita, aspira non alla Nascita, ma alla Rinascita. Attraverso le “possessioni” mimico-gestuali della maschera e alle qualità formidabili della sua voce, Peppe Barra riesce a unire la tradizione colta con quella popolare. Costituisce un esempio unico di memoria tra il Barocco napoletano del Seicento e la sua evoluzione moderna, sino alla contemporaneità della World Music. Musica e teatro sono incarnati con maestria da un artista straordinario che da più di quarant’anni racconta la sua città, specchio di una regione, animata da figure semplici, con una cultura profondamente popolare e autentica, una città che palpita, ride e soffre alla continua ricerca della sua identità. Agorà Contemporanea si chiude con questo ultimo ed atteso evento, dopo la lunga ed articolata animazione territoriale con la “Festa della Castagna” a Salento, con “Terre del Mediterraneo” a San Mauro La Bruca, con “La Frecagnola d’inverno” a Cannalonga e dopo la recente conclusione del “Festival degli Antichi suoni, aspettando Natale” a Novi Velia. Dal 16 al 24 gennaio 2015, facendo tesoro di questo bagaglio di animazione locale, verrà messo a punto il processo di offerta turistica con un PromoTrack, il “Tir in Tour”, che toccherà le piazze di Napoli, Roma e Milano per la promozione del Cilento. Agorà Contemporanea, Festival delle Identità Culturali, ideato e diretto daPaola de Roberto con il supporto tecnico scientifico di Felicia Ascolese, Carla Maurano e Giovanni Villani, è finanziato dallAssessorato al turismo e beni Culturali della Regione Campania con fondi PO FESR 2007-2013 obiettivo operativo 1.12

 


Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.