Home » Cronaca

Bracigliano: consiglio comunale, ping pong Rescigno-Iuliano

Inserito da on 2 ottobre 2014 – 00:00No Comment

Rita Occidente Lupo

Consiglio comunale animato, perchè il ping pong dialogico, tra maggioranza ed opposizione, come sempre, rimbalza tra il sindaco Antonio Rescigno ed il capogruppo dell’opposizione Gianni Iuliano. Argomenti scottanti, quali quello della variazione di bilancio da verificare entro fine mese, hanno incontrato la replica di Iuliano. “Anzicchè pensare ai costanti furti, che non mettono in sicureza il territorio, ancora parole. Delle telecamere annunciate e concordate sei mesi addietro, nella scorsa seduta, neanche l’ombra! Un’Amministrazione stagnante, che non opera per il benessere civico. Veloce per delle tematiche, contrariamente ad altre. Pur costando ai cittadini 63.000e annui!” L’assessore Giovanni Cardaropoli, che percepisce l’indennità al 50% s’è rizzelato, dichiarando il suo impegno costante sul territorio e decidendo che dal prossimo consiglio, intende riceverla per intero. Le stilettate di Iuliano e le sue perplessità su un bilancio che non fa progredire il paese, non dettando coordinate di sviluppo, hanno punto nel vivo Rescigno, che ha rimarcato il pregresso amministrativo. Raccolta la provocazione, ha replicato elencando le opere, ricordando all’ex senatore e sindaco, di come la presenza amministrativa della maggioranza, costante sul territorio, contrariamente a comparse sparute di altri. Il paese si sta dotando di Wifi, sta mettendo in atto l’utilizzo delle telecamere, almeno per le piazze principali del paese, cercando di scegliere le più efficienti. Le Forze dell’Ordine, Carabinieri e Polizia Locale, in sinergia per contrastare furti, contravvenzionando anche stranieri. Non demagogia politica, ma fatti, contrariamente a pregresse amministrazioni! Come la linea di raccordo per Mercato San Severino e Casale, la riattazione della vecchia casa comunale, gli appalti fognari, la pulitura del giardino delle fiabe, Palazzo De Simone. In quanto al campo comunale, affidata ad una ditta di Pagani la gestione, ammortizzando costi anche elettrici ed idrici. Sì da potenziare economia locale e raggranellare anche qualche contributo per l’erario. Precedenza alle squadre locali ovviamente! Riprendendo un manifesto affisso dall’opposizione “Giù le mani dal campo sportivo!” , Rescigno ha rimarcato che i costi per le pregresse amministrazioni erano elevati. Iuliano ha ribadito che le chiavi della struttura non si comprende a chi affidate ed a che titolo Ed ha contestato l’affidamento ad una società estranea al territorio, mentre si sarebbero potute scegliere locali. Ed ancora, la designazione, orfana di gara d’appalto.  Dopo l’elencazione dei costi pregressi della struttura, ancora monca di servizi igienici e panchine, l’esame delle linee rosse persistenti per il dissesto idrogeologico. Per Iuliano, andrebbero abolite quelle a valle delle opere realizzate, mentre per Rescigno, la situazione  più complicata. Poichè l’Autorità di Bacino dovrà stilare una nuova mappatura ed ha invitato il Comune a suggerire eventuali modifiche a quelle esistenti, i tempi brevi richiedono una celerità d’azione. Iuliano ha suggerito un’assemblea di cittadini a riguardo, mentre Rescigno l’ha riscontrata inutile. Il consiglio comunale s’è concluso sull’invito di Iuliano a stimare non l’opposizione di serie B, rispetto alla maggioranza. Pertanto di provvedere con opportuna documentazione a tutti i membri, opportunamente in cartella, in occasione delle assisi comunali.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.