Home » • Agro Nocerino Sarnese, Cava e Costiera

Scafati: Spi-Cgil e Auser, anziani e giovani in campo per legalità e volontariato

Inserito da on 15 settembre 2014 – 04:36No Comment

“Educare alla legalità ed ai valori della convivenza civile e del  volontariato”. Con al centro questo slogan,  il Sindacato Pensionati Italiani Cgil di Salerno e l’Associazione di Volontariato Auser di Scafati hanno organizzato, con il patrocinio del Comune, un interessante Convegno per approfondire questo tema di grande attualità e per rafforzare l’impegno e l’intreccio dei valori  intergenerazionali  che giovani, lavoratori e pensionati stanno articolando da tempo nell’Agro Nocerino ed in altre realtà territoriali del Salernitano sui  problemi più scottanti che assillano la società in materia di criminalità, lavoro, legalità, istruzione, ambiente, servizi e certezze sociali.  L’appuntamento è fissato per domani, martedì 16 settembre 2014 – ore 18.00 – presso i locali della Biblioteca “F. Morlicchio” di Scafati (Via Galileo Galilei). I lavori, coordinati dal Prof.Lino Picca, dopo i  saluti del Sindaco Pasquale Aliberti e del Presidente Auser di Scafati Aniello Striani, entreranno nel vivo del  dibattito con le relazioni di : Mons. Pasquale Mocerino (Esperto della Pastorale Giovanile); Dott. Franco Gallo (Ispettore del Lavoro); Dott. Mario Di Costanzo (Amministratore Ente Pubblico);  Dott. Antonio Fogliame (Assessore alla Cultura). Particolarmente attesi, da giovani e anziani che hanno annunciato la loro massiccia partecipazione all’iniziativa socio-culturale, anche gli interventi del Presidente Auser Campania, Franco Buccino, e del Segretario Generale Spi-Cgil Salerno, Gerardo Barrella. Un dibattito, dunque, da seguire con attenzione perché presenta tutti gli ingredienti per materializzare idee e proposte dirette a ridare fiato ai valori del lavoro, della solidarietà, del volontariato, della legalità, della tutela dell’ambiente e della funzionalità dei servizi essenziali da garantire, in una società civile, soprattutto alle fasce sociali più esposte al disagio.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.