Home » Sport

Salernitana ribalta doppio svantaggio e batte Aversa

Inserito da on 15 settembre 2014 – 00:01No Comment

Maurizio Grillo

Venti minuti bastano ai granata per vincere 4-3 una partita incredibile. Sotto 1-3 la Salernitana rimonta l’Aversa e resta in testa al campionato. Come contro il Martina la svolta arriva dalla panchina. Decisivi Negro e Mendicino, autori di due doppiette, ma decisivo Nalini che ha fornito i quattro assist. Ancora una volta Menichini indovina i cambi dopo aver sbagliato la formazione iniziale e questo è un dato non trascurare. Anche perché nel primo tempo la Salernitana dura cinque minuti. Il tempo di un’azione di Nalini con slalom e diagonale fuori di poco e un colpo di testa di Bianchi respinto dal portiere su azione d’angolo. Poi al 6’ in contropiede passa l’Aversa. Granata poco reattivi e passivi, Cicerelli prende la mira e batte Gori, non del tutto esente da responsabilità. Dopo il gol della squadra di Novelli nei primi 45’ non succede praticamente nulla. La squadra di Menichini manifesta ampie difficoltà a costruire gioco. Si aspetta sempre la fiammata del singolo, che sia Gabionetta o Calil che però di concreto combinano poco scontrandosi contro il muro eretto dall’Aversa del salernitano Novelli. Giro palla lento, reparti scollati, poche idee e la sensazione che il 4-3-3 non sia il modulo adatto agli uomini messi in campo da Menichini. Manca la profondità ai granata e l’Aversa, a onor del vero, non va davvero mai in affanno. E così a inizio secondo tempo arriva il cambio. Dentro Mendicino, fuori Castiglia e squadra con il 4-2-3-1, il modulo provato in ritiro con Mario Somma con Calil, poco incisivo da prima punta, che agisce alle spalle di Mendicino. Cambiano i numeri ma non svaniscono le difficoltà. Anzi è ancora l’Aversa a sfiorare il gol. Al 57’ punizione di Cicerelli che termina sul palo esterno alla destra di Gori.  Menichini allo sceglie Negro, già uomo della provvidenza in quel di Martina Franca, al posto del fischiato Calil. E’ il momento caldo della partita che s’accende clamorosamente. In dieci minuti cinque gol.  Al 66’ la squadra ospite raddoppia. Su un rilancio lungo Bianchi perde il duello con De Vena che scappa, entra in area e batte Gori, colpevole, sul primo palo. Passa un minuto e la Salernitana si sveglia. Azione di Nalini, mischia in area e Negro con freddezza controlla e batte Forte. Sembra il momento propizio per i granata ma dopo due minuti ancora in contropiede Cicerelli sorprende Gori. La Salernitana però ci prova. Entra anche Favasuli per Volpe, Ed’ è ancora Negro a trovare la via della rete, ancora su assist di Nalini, ben innescato da Mendicino.  E proprio Mendicino dopo due minuti di testa su calcio piazzato di Nalini, trova il gol dell’incredibile 3-3. L’Aversa è sulle gambe, l’Arechi spinge e Mendicino al 77’ chiama al miracolo il portiere ospite. Si gioca praticamente solo nell’area dell’Aversa. Dopo tre minuti su cross di Colombo, Gabionetta di testa non trova la porta. Ma il gol è nell’aria e arriva. Ancora Nalini, quattro assist, crossa, velo di Negro e Mendicino fa esplodere l’Arechi. In pieno recupero poi la magia di Gabionetta, rigore che il brasiliano visibilmente zoppo calcia a lato. Poco male alla fine arrivano i tre punti, tra mille emozioni, errori e tanto cuore.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.