Home » • Salerno

Salerno: Riforma “La Buona Scuola” ed inizio attività scolastiche

Inserito da on 11 settembre 2014 – 06:01No Comment

 In merito al nuovo documento legislativo del Governo Renzi sulla Scuola Pubblica interviene Vito Carone, portavoce provinciale di Salerno del sindacato “Rete degli studenti medi”. «I 12 punti della proposta portata avanti dal Governo Renzi rappresentano una boccata di ossigeno per la Scuola Pubblica italiana. Chiaramente adesso ci aspettiamo che tutte le promesse vengano mantenute, soprattutto in merito a ciò che riguarda l’assunzione dei quasi 150.000 precari della Gae (Graduatoria ad Esaurimento) e per ciò che concerne lo snellimento della burocrazia istituzionale. Credo che dare una svolta al nostro sistema scolastico sia il primo passo per rilanciare il nostro Paese, fanalino di coda per il suo livello d’istruzione in Europa. Torniamo a parlare di Scuola Pubblica e lo dobbiamo necessariamente collegare alla valorizzazione del grande capitale umano ed al riconoscimento del merito. Infatti, di fondamentale importanza è l’alternanza Scuola-lavoro, che rappresenta un momento costruttivo per gli studenti degli Istituti Tecnici e Professionali. Le 200 ore previste non sono molte, ma se integrate con esperienze di apprendistato sperimentale possono rivelarsi di grande utilità per chi si affaccia al mondo del lavoro. Manca ancora la riforma dei cicli scolastici, che da tempo poniamo all’attenzione del Miur. È fondamentale rivedere il percorso di studio per permettere allo studente di completare l’ultimo anno dell scuola secondaria all’età di 18 anni, come del resto accade negli altri Paesi comunitari. Altro tassello è l’modernizzazione del piano di studio. Programmi obsoleti e materie inutili dovrebbero essere sostituiti da nuove discipline, potenziando l’apprendimento delle lingue e della nuove tecnologie». Sull’inizio delle lezioni «A breve torneremo in classe. Abbiamo in programma varie iniziative nelle diverse città in vista della prossima data di mobilitazione nazionale prevista per il 10 di ottobre. Tema di questo autunno è “la grande bellezza siamo noi”. Basta slogan, basta provvedimenti di facciata, utili solo alla campagna elettorale. La scuola necessita di una vera rivalutazione, di un ripensamento complessivo, che parta dal basso, dagli studenti. Il mondo della Scuola deve ripartire dalle nostre richieste. Nulla si è più saputo del “Patto per la Scuola” promesso dal Ministro Giannini»

Vito Carone- Portavoce provinciale Rete degli studenti medi

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.