Home » • Cilento e Vallo di Diano

Villammare Film Festival tra denuncia e musiche d’autore

Inserito da on 28 agosto 2014 – 02:08No Comment

E’ “Il silenzio di Lorenzo”, l’assordante nulla che ruota attorno a scomparse misteriose, rimaste senza un colpevole, senza una soluzione, come quelle dei Sindaci Lorenzo Rago e Angelo Vassallo, al centro della terza serata del Villammare Film Festival, quella del 29 Agosto.  Sarà proprio questo cortometraggio, candidato ai David di Donatello nel 2013 e  presentato al pubblico del Festival dal suo regista Nicola Acunzo, ad aprire la riflessione sulla connessione tra cinema e territorio. Il film, che parte dalla scomparsa del sindaco socialista di Battipaglia Lorenzo Rago nel 1953 per connettersi idealmente all’assassinio di Angelo Vassallo in tempi più recenti, è l’accento che il Festival vuole porre rispetto ad eventi improvvisi e inspiegabili avvenuti a sud di Salerno e ad un modo di usare la macchina da presa volto a denunciare, scuotere, insinuare. Il commento del magistrato Antonio Esposito, Presidente di sezione della Corte di Cassazione, in una delle sue rare uscite pubbliche, renderà la rilfessione seguente al corto ancora più interessante e coinvolgente. Ma non sarà il solo momento cruciale del Festival che, come di consueto il venerdì si dedica al mondo delle colonne sonore. Ospite ricercato e raffinato della serata del 29 Agosto sarà anche il compositore e direttore d’orchestra Paolo Vivaldi, autore delle musiche dei film, “Facciamo Fiesta” con Gianmarco Tognazzi e Alessandro Gassman, “Mi sei entrata nel cuore come un colpo di coltello”con Gaja de Laurentis, “Stai con me” con Giovanna Mezzogiorno e Adriano Giannini “Sweet Sweet Marja” con Mariagrazia Cucinotta e di numerose fiction tv Rai e Mediaset come “Rino Gaetano”, “La baronessa di Carini” “De Gasperi-l’uomo della speranza” “Edda Ciano e il comunista”, “Sarò sempre tuo padre” e ante altre ancora. Vivaldi si esibirà in trio con i Solisti dell’Augusteo offrendo un assaggio di queste storiche musiche. Il finale  della serata di venerdì sarà affidato al dopocinema gastronomico del Ristorante Il Castello di Teggiano, ubicato all’interno della residenza d’epoca risalente al periodo normano che domina il centro valdianese.  Gli chef del Ristorante, noto per la qualità delle pietanze e la cortesia, tornerà a proporre al pubblico una rivisitazione di piatti e sapori tipici del territorio con “I filati della Principessa”.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.