Home » >> Politica

Roma: Cirielli, Iraq “Italia chieda Onu leggittimità militare contro Isis”

Inserito da on 20 agosto 2014 – 08:00No Comment

“L’Italia chieda all’Onu di dichiarare legittime le azioni militari contro i ribelli e i terroristi dell’Isis perché violano i diritti umani. L’Italia deve fare di più, non in termini di attivismo militare, ma chiedendo all’Organizzazione delle Nazioni Unite un intervento diretto e più forte per porre fine alla guerra in Iraq”. È quanto ha dichiarato Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, componente della Commissione Esteri della Camera, nel corso dell’audizione dei ministri Mogherini e Pinotti sulla situazione in Iraq.“La persecuzione contro i cristiani innanzitutto – ha spiegato – è l’emblema dell’inciviltà e della barbarie, e l’Italia, per la sua storia e la sua cultura, ha il dovere morale di partecipare nell’ambito dell’ONU e nel quadro dell’Alleanza Atlantica. Condividiamo l’azione specifica sulla quale siamo stati chiamati, in quanto coerente e conseguente con quanto stabilito dall’Unione Europea e in linea con la risoluzione dell’ONU, e condividiamo l’approccio del Governo e della maggioranza. Non c’è nessuno scontro di civiltà, ma c’è una volontà di potere”.“Il mese scorso il Governo Renzi e la sua maggioranza hanno bocciato la mozione di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, con la quale si chiedeva al Governo di impegnarsi in sede internazionale affinché venisse riconosciuta la giusta importanza al tema delle persecuzioni ai danni dei cristiani. Fa piacere vedere che oggi il Governo abbia una posizione più chiara e netta”.  In apertura dell’intervento, l’onorevole Cirielli, che ha partecipato in piazza Montecitorio alla manifestazione di solidarietà nell’ambito della campagna di sensibilizzazione promossa dal presidente di FdI-An, Giorgia Meloni, contro le persecuzioni dei cristiani nel mondo, ha espresso a nome del gruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale profondo cordoglio per gli ufficiali dell’Aeronautica militare che hanno perso la vita ad Ascoli Piceno.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.