Home » • Valle dei Picentini e Piana del Sele

Montecorvino Pugliano perde la seconda farmacia

Inserito da on 20 agosto 2014 – 02:50No Comment

 Sono rimasto sorpreso, meravigliato e nello stesso tempo molto preoccupato per i cittadini di Montecorvino Pugliano per come si sta evolvendo negativamente la vicenda dell’assegnazione della seconda farmacia al territorio di Montecorvino Pugliano. Le procedure sono state lunghe e i consiglieri comunali, sia di maggioranza che di minoranza, nel momento di deliberare, non hanno mai fatto mancare il proprio voto di appoggio. Il tutto inizia il 10.03.2014 quando la Direzione Generale della Salute della Regione Campania, diffida il Comune di Montecorvino Pugliano, dando il termine perentorio di 120 giorni per la produzione degli atti al fine di concludere l’iter per il procedimento di assegnazione definitiva della 2° farmacia comunale al territorio di Montecorvino Pugliano. Alla scadenza di tale termine, il Dirigente Regionale del Settore, con Decreto n. 159 del 29.07.2014, revocava al Comune di Montecorvino Pugliano (Sa) l’assegnazione della seconda Farmacia dichiarando “decaduto dal diritto di prelazione e, conseguentemente dal diritto dell’assunzione della gestione della sede farmaceutica n. 2 del Comune” in quanto aveva rilevato che “la documentazione prodotta dal Comune di Montecorvino Pugliano è incompleta e non esaustiva al fine dell’adozione del provvedimento definitivo di riconoscimento della titolarità e autorizzazione all’esercizio farmaceutico, in quanto non ha individuato i locali dove ubicare l’esercizio farmaceutico e neppure il responsabile a cui affidare la direzione tecnica della farmacia”. Ancora una volta bisogna constatare, amaramente, come questo territorio stia per perdere un’altra ulteriore occasione per manifesta incapacità amministrativa e che solo un improbabile quanto miracoloso pronunciamento positivo da parte del TAR, a cui si farà ricorso, potrà forse sopperire alla inettitudine dimostrata sia dall’amministratore di riferimento che dall’allegro dirigente comunale che avrebbe dovuto seguire con più cura e professionalità la pratica di assegnazione.

Ludovico Buonomo consigliere comunale

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.