Home » > EDITORIALE

Vacanze per Fido!

Inserito da on 9 agosto 2014 – 00:002 Comments

di Rita Occidente Lupo

Vacanze anche per quattro zampe. Infatti, il numero dei cuori solitari, che non desiste dal concedersi il relax, rincara: single per vocazione o per sorte, permane lo stato di vita che cerca di compensare la carenza di un partner, riversando affetto e coccole sul fido di turno. Tra bauli e trolley, un posto per l’amico dell’uomo non manca, con accorgimenti del caso, quando la cuccia diventa l’abitacolo veicolare. Ma, per quanti si mettono in viaggio, sfidando i kilometri d’asfalto autostradale, nei week end roventi specialmente, un’iniziativa singolare, scaturita da chi non rinnega amore per gli animali in ogni stagione: un presidio veterinario in autostrada, per gli animali da viaggio, ‘Fido Park’, in tutte le aree di sosta con Autogrill per due ore, dalle 12,30 alle 14,30, nei fine settimana estivi, Ferragosto compresi. Consigli utili, sui rischi dell’esposizione al sole e al calore, sulla prevenzione cinetosi, sullo stress da viaggio e sul rischio nel lasciare l’animale in auto anche per pochissimo tempo. Contro il randagismo e l’abbandono, che tenta più di qualcuno nella bella stagione, attrezzarsi a non girare il capo dall’altro lato, fingendo d’ignorare il problema. Infatti, l’animale, non è solo un trastullo, per le ore di noia o un riempitivo, ai morsi della solitudine, ma un essere vivente ,che va non oggettualizzato ed usato a piacimento, ma rispettato e tenuto da conto sempre!

2 Comments »

  • Anche se la mia vita è stata seriamente condizionata da singolari e numerosi episodi procuratomi da cani, devo dire che ho un amore infinito per tali animali, anche se, per motivo di rispetto verso tali bestie, non ne ho mai preso uno in custodia.
    Il fatto sta che a molti italiani piace tenere un cane di “proprietà”, ma non lo trattano così, come Dio vorrebbe..
    I cani non hanno alcuna colpa di ciò fanno, sono i loro proprietari che se ne dovrebbero assumere tutte le responsabilità:.
    Partiamo, quindi, del fatto che certi “cafoni” , quando escono con i propri fidi non portano le appropriate palette per pulire dove sporcano i loro cani, e se ne fregano, e vanno avanti come le peggiori bestie esistenti al mondo, Tutto ciò è estremamente intollerante, e ci vorrebbero poliziotti in borghese per combattere questa inciviltà, assegnando multe salatissime a chi non ha ancora imparato la civiltà.
    Ma c’è di più: Non credo che nessuno se ne sia accorto che, specie durante i mesi estivi , tanti “mascalzoni” , quando se ne vanno in vacanza abbandonano i loro animali più lontano possibile dalle loro case, sopratt8utto sulle arterie autostradali, dove le povere bestie non hanno scampo di sopravvivenza, oltre ai danni collaterali che ne possono conseguire.
    Mi piace riportare, anche su questo serio argomento , una mia modesta poesia:.

    POVERE BESTIE

    Dei falsi protettori d’animali
    lusingano e seviziano le bestie;
    le loro crudeltà sono fatali
    atti d’inpudicissime molestie.

    fan questo ad uccelletti e cagnolini
    per contentare i loro figlioletti;
    gli danno ,sì, leccornie e pasticcini,
    ma non si chiedon mai se son protetti.

    Sian diffidenti, quindi, cani e uccelli
    da quei che gli fan vezzi incontinenti,
    ‘ché son lascivi e poco onesti quelli
    che hanno, per le ferie, tuttavia.
    di già fissato i loro appuntamenti,
    lasciando uccelli e cani sulla via.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.