Home » Senza categoria

Potenza: Ospedale, progetto memorial Pietro Marotta

Inserito da on 26 maggio 2014 – 01:00No Comment

Si è concluso oggi il tirocinio trimestrale di Gabriel Nkese Tshswabwa, giovane medico in servizio nell’ospedale Saint Francois di Tshimbulu, nella Repubblica Democratica del Congo, impegnato in un percorso formativo nel quadro del programma di solidarietà dedicato alla memoria di Pietro Marotta, l’anestesista del San Carlo protagonista di numerose missioni di volontariato in Africa, l’ultima delle quali lo aveva portato a operare a Tshimbulu  Al progetto hanno collaborato l’Arcidiocesi di Potenza, il Comune di Potenza, il Lions Club e il San Carlo. A trarre il bilancio dell’esperienza è stata la responsabile della day surgery, Katia De Rocco, che era stata con Marotta in Congo e che ha lavorato con convinzione per la realizzazione del progetto: “Sono convinta – spiega la chirurga – che in pochi ospedali come il nostro Gabriel avrebbe potuto fare un’esperienza così completa ed arricchente. Certo, molte delle tecnologie che ha visto all’opera non ci sono proprio nel suo paese, ma grazie anche alla preziosa disponibilità del capodipartimento dell’area diagnostica, Mimmo Maroscia, Gabriel ha avuto un grande arricchimento professionale e tornerà al lavoro con un importante bagaglio di conoscenze in più”.  “Sono contento e orgoglioso – commenta il direttore generale Giampiero Maruggi – che questo tirocinio duro e impegnativo (che Gabriel ha svolto ruotando tra pediatria, ginecologia, chirurgia e radiologia  d’urgenza) abbia arricchito il nostro giovane amico. Ma sono anche sicuro che la sua esperienza, la sua umanità ci abbiano altrettanto resi più ricchi. Perché la forza di una comunità ospedaliera non è fatta solo di professionalità e tecnologie ma anche di un alto tasso di umanità. Sono queste le ragioni profonde per cui ho accettato subito e senza tentennamenti la richiesta del Lions club di Potenza. Perché questi scambi a costo praticamente zero sono uno strumento fondamentale di crescita”. “Con lo stesso orgoglio – conclude il dg del San Carlo – posso annunciare la partenza, proprio oggi, per una missione internazionale con il Gaslini di Genova, rivolta ai bambini curdi, di un nostro professionista brillante e generoso. Il cardioanestesista Giuseppe Adurno, sempre pronto a mettere a disposizione delle popolazioni del Terzo mondo il suo tempo e le sue conoscenze, è un veterano delle missioni di volontariato medico internazionale e le sue esperienze spaziano dal Kazakistan alla Cina. Anche questa volta, come nelle precedenti occasioni, utilizzerà un periodo di congedo ordinario. E’ fatta anche di questo la vocazione internazionale e la spinta all’umanizzazione che abbiamo individuato tra le direttrici strategiche per l’ulteriore crescita del San Carlo”.

 

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.