Home » • Salerno

Salerno: Ciccone su bancarelle Onlus Buongiorno Italia

Inserito da on 30 novembre 2013 – 06:57No Comment

Nei giorni scorsi il sindaco e alcuni assessori comunali hanno inaugurato in pompa magna e con grande soddisfazione le bancarelle poste sul lungomare Trieste a cura della Onlus torinese Buongiorno Italia. Peccato che la stessa soddisfazione non possa essere condivisa dai commercianti di Salerno. E’ ben strano infatti che, essendo la manifestazione Luci d’Artista propagandata a destra e a manca come una iniziativa che dovrebbe alimentare l’economia locale favorendo soprattutto le attività turistiche e quelle commerciali, proprio queste ultime vengano penalizzate attraverso la concorrenza di botteghe ambulanti che vendono di tutto: dal formaggio ai salumi, dalla bigiotteria ai dolciumi. Ma la beffa maggiore consiste nel fatto che stiamo parlando di commercianti che non sono del nostro territorio e vendono, nella stragrande maggioranza dei casi, prodotti di altre regioni, soprattutto Piemonte, Umbria e Sicilia. Parliamo dunque di una iniziativa che, non solo non porta ricchezza alla città ma addirittura danneggia notevolmente il settore commerciale locale, soprattutto gli esercenti del centro cittadino. Va  inoltre osservato che i gazebo posizionati sul lungomare sono adatti a manifestazioni che si svolgano al chiuso e non in una zona oltre tutto esposta alle intemperie della stagione fredda e a pochi passi dal traffico cittadino. Per questo anche si auspica che siano effettuati quotidianamente i dovuti controlli sulle norme igieniche, visto che parliamo spesso di prodotti alimentari deteriorabili. L’unico vantaggio di questa iniziativa sarebbe nel contributo che la onlus torinese Buongiorno Italia è chiamata a dare alla manifestazione Luci d’Artista, ma è una ben magra soddisfazione. La nostra convinzione è che invece le bancarelle dovrebbero essere allestite a cura di operatori locali e soprattutto vendere prevalentemente prodotti locali. In quanto alla spesa complessiva della manifestazione, restiamo convinti che si potrebbe consistentemente ridurre lasciando immutato l’effetto attrattivo che ha su turisti e visitatori.  Il presidente dell’associazione Il Domani Lello Ciccone

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.