Home » • Salerno

Salerno: Comitati Due Sicilie – continua intensa attività culturale

Inserito da on 20 novembre 2013 – 06:02No Comment
 Continua a tamburo battente l’attivismo dell’associazione culturale “Comitati delle Due Sicilie” di Salerno. Dopo il grande seguito per l’esordio con la presentazione del libro di Fiore Marro “La Fine dei Vinti”, giovedi 28 novembre ci sarà una serata dedicata alla declamazione e alla musica dal titolo “Poesie e Canzoni dal Profondo Sud”, presso la Libreria Liberis di Via M.Conforti 9 a Salerno. Protagonisti della serata saranno l’attore nonchè referente dei CDS-Caserta Rino Cuomo, il poeta Mario Scippa, il maestro Dario Perroni, il percussionista Marco Lepere e il già apprezzatissimo per la sua performance conclusiva nell’evento precedente Felice Turturiello, della Libreria Liberis. “La nostra associazione – afferma Guido D’Amore dei CDS-Salerno – ha catalizzato importanti interessi già dalla nascita in città. Molti hanno presenziato alla presentazione del libro, e molti altri si sono attivati presso la libreria e sul web per contattarci. Dal canto nostro ci sentiamo ancora piu’ responsabili di continuare a dare impulso alla nostra idea che non puo’ che concretizzarsi in azione costante. Già è in programma un calendario di attività per la fine dell’anno e l’inizio del prossimo. La serata del 28 sarà molto particolare e rara nel panorama cittadino poco avvezzo a appuntamenti che miscelano poesia e musica. Fulcro dell’incontro il nostro Sud, interpreti e selezionatori dei brani l’attore Rino Cuomo e Felice Turturiello che sapranno con le loro voci farci intraprendere un viaggio senza tempo in lungo e in largo attraverso il Regno delle Due Sicilie. Presenza di spessore anche quella del poeta Mario Scippa che con i suoi scritti farà un viaggio introspettivo prima per rintracciare frammenti di identità ed emozioni strettamente personali ed intime ma con caratteristiche universali, per poi affrontare temi sociali. Il suggestivo lato musicale della serata – conclude D’Amore –  in bilico tra innovazione e sperimentazione, con l’uso di linguaggi sonori non convenzionali, prodotti da una ricerca sulle forme evocative di antiche sonorità sarà a cura di Dario Perroni con strumenti sia elettronici che acustici (tamburi, mandolino Irlandese, theremin, bouzouki), mentre le percussioni saranno in mano al sensibile Marco Lepere”.

Lascia un commento!

Devi essere logged in per inserire un commento.